Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Rapina con ferito alla Q8: catturati in fuga a bordo di una Renault

Sono due neretini gli autori dell'assalto di ieri all'area di servizio di Salice. Una pattuglia di carabinieri ha riconosciuto la vettura mentre passava nei pressi di Copertino. La vittima ha ferite per quindici giorni

COPERTINO – Sono finiti in manette i due rapinatori che ieri sera hanno assaltato l’area di servizio Q8 all’uscita di Salice Salentino, sulla strada provinciale 17, ferendo anche uno dei dipendenti. Ragion per cui risponderanno pure di lesioni aggravate. Si tratta di Luigi Egidio Prete, 38enne di Nardò, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, e un giovane di 27 anni, Gregorio Pandi, anch’egli neretino. A incastrarli sono stati i carabinieri della tenenza di Copertino e della compagnia di Gallipoli.

Dopo l’assalto, avvenuto intorno alle 18,45, i due hanno percorso la strada verso sud, in direzione di Veglie. Poi, hanno raggiunto il territorio di Copertino, evidentemente per proseguire la marcia verso Nardò. Ma, intanto, i carabinieri della compagnia di Campi Salentina avevano diramato la targa dell’autovettura, una Renault Modus, e una pattuglia di militari, copertinesi l’ha intercettata, inseguita e bloccata.

Condotti in caserma, sono stati riconosciuti dalle vittime della rapina, fra cui un operaio che ha riportato una prognosi di 15 giorni per una ferita lacerocontusa con il calcio di una pistola alla regione occipitale. Anche l'autovettura è stata riconosciuta come quella usata per l'assalto. Il bottino è stato di 335 euro, recuperato.

Il "Totò Riina" di Nardò

Prete, in particolare, è un volto noto a Nardò e dintorni. Dal dicembre del 2013 scontò una pena di tre anni per rapina e tentata estorsione a un venditore ambulante di largo Cimitero, a Nardò, al cospetto del quale si era autoproclamato il “Totò Riina” locale. Fu arrestato in quell'occasione dal commissariato di polizia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina con ferito alla Q8: catturati in fuga a bordo di una Renault

LeccePrima è in caricamento