menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli agenti nella stazione di Lecce.

Gli agenti nella stazione di Lecce.

Un uomo straniero sotto al treno per farla finita: agente lo salva in extremis

Un operatore della Polfer di Bari stava per salire su un altro convoglio. In città, denunciato 40enne trovato con una fionda

LECCE – Un salvataggio e una denuncia. E’ il bilancio della polizia, in città, nelle ultime ore. Un agente della polizia ferroviaria, nella stazione, ha tratto in salvo un cittadino pachistano, infilatosi sotto un treno per farla finita.  E’ accaduto nei giorni scorsi quando il poliziotto stava per salire sul convoglio diretto a Bari, ha notato l’individuo sotto la carrozza del treno “Frecciargento Lecce-Roma”, in partenza di lì a poco. Si è messo subito ad urlare per attirare l’attenzione del capotreno e del macchinista per  bloccare la partenza del treno per Roma. Poi, senza pensarci un attimo, correndo, ha raggiunto il treno e si è infilato sotto la vettura. Ha tirato  l’uomo  di peso da sotto,  adagiandolo sul marciapiede, nonostante lo stesso gridasse di volerla fare finita, si agitasse,  tentando persino  di divincolarsi per attuare il suo intento suicida.

Con la collaborazione di altri colleghi della Polfer di Lecce e l’intervento di personale sanitario del 118, il cittadino pachistano, di 29 anni,  è stato tranquillizzato e, successivamente, trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” per accertamenti sanitari.  L’uomo straniero, già in passato aveva tentato di togliersi la vita, ma il provvidenziale intervento di agenti di polizia, lo aveva salvato e fatto desistere. Il capo della Polizia, il direttore generale della Pubblica sicurezza, prefetto Franco Gabrielli, informato dell’accaduto, ha apprezzato la coraggiosa azione dell’agente della Polizia ferroviaria di Bari.

I poliziotti, inoltre, sempre nelle scorse ore, hanno anche deferito un 40enne leccese: a spasso, è stato trovato con una fionda. E’ accaduto nel pomeriggio di ieri quando gli agenti della questura, impegnati da settimane nei controlli straordinari delle zone della città più esposte a fenomeni di illegalità, hanno notato il fare sospetto dell’uomo.  All’interno dello zaino, i poliziotti hanno rinvenuto, oltre ad una bomboletta spray ed a due trombe da stadio, anche una fionda per la quale l’uomo è stato denunciato per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere.   Sottoposti a controlli amministrativi anche altri due pubblici esercizi, uno in Piazzale Rudiae ed uno in Via Antonaci, risultati irregolari sotto il profilo igienico-sanitario e documentale. Le violazioni comporteranno le relative sanzioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    I benefici del caffè, una mattutina preghiera quotidiana

  • Alimentazione

    Finocchio: proprietà, controindicazioni e usi in cucina

  • Fitness

    La cyclette, il benessere a casa e in palestra

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento