rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
La disavventura / Gallipoli

Bloccati dalla risacca su uno scoglio al largo: ragazzi salvati dalla guardia costiera

Due giovani salentini intrappolati per circa mezz’ora dalle correnti sono stati recuperati nel tardo pomeriggio di ieri dai mezzi della capitaneria di porto in località Montagna Spaccata

GALLIPOLI – Bloccati dalla risacca su uno scoglio al largo senza riuscire a tornare a riva: sono stati momenti di apprensione quelli vissuti da due ragazzi, nella giornata di ieri, nelle acque di Lido Conchiglie, tra Gallipoli e Sannicola, in zona Montagna Spaccata.

I due sono stati tratti in salvo, dopo aver riscontrato l’impossibilità di fare ritorno a riva per la presenza di forti correnti, dai mezzi della guardia costiera.

Tutto è avvenuto, come detto, nel pomeriggio di ieri, quando i due giovani salentini sono rimasti intrappolati su uno scoglio affiorante, dove erano giunti a nuoto; nel momento in cui avevano provato a riprendere la direzione opposta per tornare a riva, avevano riscontrato molte difficoltà a causa della risacca.

Sono quindi rimasti bloccati per circa trenta minuti fino a quando non è giunto sul posto il battello Gc B124 della guardia costiera di Gallipoli.

Il coordinamento delle operazioni di salvataggio è stato assunto dalla capitaneria di porto della Città Bella, che aveva ricevuto l’allarme sul numero di emergenza 1530 da alcuni bagnanti presenti sulla riva, che avevano notato i due ragazzi che si sbracciavano. I malcapitati sono quindi stati recuperati, condotti in porto a Gallipoli e riconsegnati in buono stato di salute ai propri familiari. Per loro e per i propri cari, una disavventura a lieto fine.

Solo una settimana fa un episodio analogo si era verificato a Torre Lapillo con l’intervento di un agente di polizia, libero da servizio, che aveva tratto in salvo un minorenne finito in balia delle correnti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccati dalla risacca su uno scoglio al largo: ragazzi salvati dalla guardia costiera

LeccePrima è in caricamento