Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

san cesario, due discariche e una grossa polemica

Il nuovo stabilimento di rifiuti "Le Mate" in via di costruzione muove la discussione politica. Ieri un consiglio infuocato sull'argomento, oggi l'interrogazione al presidente Vendola di Congedo

Saverio Congedo-4

A San Cesario di Lecce la discussione che infiamma il dibattito politico è incentrata in questo momento sulla discarica "Le Mate". La maggioranza che sostiene il sindaco Antonio Cosimo Girau è sotto accusa per la creazione del nuovo impianto, che nascerebbe nell'ottica di una risoluzione di tutti i problemi ambientali causati dalla vecchia discarica. Ma nell'opposizione di centrodestra non la pensano affatto così, si punta il dito verso la sinistra e si richiede tutela della cittadinanza, che lo stesso primo cittadino ha comunque già detto di voler garantire. Sul caso, che è stato oggetto di discussione ieri sera in Consiglio comunale, è tornato oggi anche il consigliere regionale Saverio Congedo, che, parlando di "doppiopesismo ambientalista" della sinistra, chiede ora chiarezza a via Capruzzi.

In un'interrogazione urgente presentata al presidente Nichi Vendola e all'assessore all'Ambiente Michele Losappio, Congedo pone in evidenza il fatto che la discarica "sarà localizzata a soli 800 metri dal centro abitato di San Cesario e che a poche centinaia di metri dallo stesso, se pur in territorio di Cavallino, esiste già una discarica pienamente operativa che ha causato e sta causando disagi e rischi per la salute dei cittadini".


"Peraltro - sottolinea il consigliere regionale - tale anomale situazione di previsione di due discariche vicinissime al centro abitato ed a breve distanza l'una dall'altra, sembrerebbe essere stata causata dall'inerzia dell'amministrazione comunale che si sarebbe limitata ad una tardiva e inutile azione legale non avendo, invece, fatto valere le proprie ragioni in sede di Ato Le1 e non avendo fornito alcun parere nel procedimento di Via. Per questo - conclude - anche alla luce del dibattito tenutosi nell'apposito consiglio comunale di San Cesario nel quale da tutti è stata disconosciuta la responsabilità tecnica e politica della discarica, si rende necessario conoscere con urgenza lo stato e la legittimità dell'iter amministrativo, se siano stati valutati i problemi e i rischi provocati dall'impianto quando entrerà a pieno regime e le azioni che il governo regionale intende assumere a salvaguarda della salute dei cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

san cesario, due discariche e una grossa polemica

LeccePrima è in caricamento