San Foca: trovato in spiaggia cadavere di un anziano. La scomparsa denunciata ieri

Romolo Epicoco, 79enne di Cavallino, era stato visto l'ultima volta ieri pomeriggio ad una fermata del bus. Le ricerche diramate fino a Roma, dov'era proprietario di un'abitazione. Ma in qualche modo, forse con un passaggio in auto, si era recato sulla costa adriatica. Il corpo scoperto per caso da un passante

SAN FOCA (Melendugno) – Forse è precipitato da un tratto di scogliera, magari vagando nel buio nei pressi di San Foca. Inghiottito dal mare e restituito alla terra questa mattina, dopo essere annegato. Tragico il destino di Romolo Epicoco, pensionato 79enne, residente a Cavallino. Di lui si era persa ogni traccia fin dalla giornata di ieri.

La sua scomparsa era stata denunciata nel pomeriggio presso la stazione dei carabinieri del suo comune e le ricerche diramate in tutto l’hinterland leccese e non solo, tramite coordinamento della prefettura. 

In congedo dalla Marina militare, sposato e con una figlia, Epicoco era affetto da varie patologie (così come la consorte, a sua volta sofferente di salute da anni). Aveva anche un tutore legale per la gestione del patrimonio. 

Invano, per tutta la giornata di ieri, si erano sondati vari luoghi, dagli ospedali fino alla stazione ferroviaria, nel timore che il 79enne potesse persino essere salito su un treno per recarsi a Roma, dov'era proprietario di un’abitazione. Da Lecce, a tale proposito, erano stati informati anche i carabinieri di stanza presso la stazione Termini, che hanno verificato qualora l’anziano si trovasse sul convoglio in arrivo alle 10,20 nella Capitale.

Invece, non si sa bene ancora in quale modo, ma probabilmente fin dalla stessa giornata di ieri, Epicoco aveva raggiunto la costa adriatica. Poi, cosa sia avvenuto realmente, resta nel campo delle pure ipotesi, anche se fin da ora non vi è alcun elemento per sostenere che abbia subito qualche forma di aggressione.

L’uomo si era allontanato da casa a piedi, intorno alle 16, raggiungendo la stazione dei bus. Lì, almeno, sembra che  fosse stato visto l’ultima volta, come riferito ai carabinieri di Cavallino. Si pensava che si fosse diretto verso la frazione di Castromediano e poi, da lì, a Lecce. Ma è possibile che abbia trovato nel frattempo un passaggio in automobile e che si sia fatto accompagnare verso le marine fra Vernole e Melendugno. 

Qualora effettivamente i fatti si fossero svolti in questa maniera, sarebbe importante che l’ipotetico automobilista (sia esso un conoscente dell’uomo o un estraneo) si presentasse presso una stazione dei carabinieri per esporre i fatti. Sono gli stessi militari, oggi, a rivolgere l’appello, per ricostruire nel dettaglio le ultime ore di vita del malcapitato. 

Il triste ritrovamento è stato del tutto fortuito e risale alle 11,30 di questa mattina. Un cittadino che si trovava a passeggiare in spiaggia, nei pressi del tratto sabbioso di San Foca, in località “Fontanelle”, ha scorto quel corpo sotto una coltre di alghe. Le onde l’avevano adagiato sulla battigia. 

Immediatamente è partita una chiamata al 112 e i primi a raggiungere il posto sono stati i carabinieri della stazione di Melendugno, comune sotto cui ricade la marina, oltre ai sanitari del 118 e ai militari della delegazione di spiaggia della guardia costiera. A San Foca sono arrivati anche il pubblico ministero di turno, Stefania Mininni, e il medico legale Roberto Vaglio per una prima ispezione sul cadavere.

Il corpo è stato poi trasportato presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Potrebbe essere disposta nelle prossime ore l’autopsia. 

Come constatato quasi subito, non solo mancavano segni tali da fare pensare a una violenza, ma il cadavere era vestito di tutto punto e gli abiti corrispondevano a quelli descritti in sede di denuncia di scomparsa dai famigliari di Epicoco. Tuttavia, la certezza sull’identità che ha fugato ogni dubbio è arrivata soltanto alcune ore dopo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento