rotate-mobile
Cronaca Lequile

Trovato con quasi 70 grammi di cocaina e tre bilancini, ottiene i domiciliari

Convalidato l'arresto del 32enne di San Pietro in Lama effettuato dai carabinieri di Maglie. L'uomo lascia il carcere e dovrà rimanere in casa con braccialetto elettronico

LECCE – È stato convalidato l’arresto di Mattia Panico, 32enne disoccupato di San Pietro in Lama, arrestato nei giorni scorsi dopo essere stato trovato in possesso di quasi 70 grammi di cocaina e accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Tuttavia, l’uomo, difeso dall’avvocato Riccardo Giannuzzi, è stato scarcerato e ha ottenuto la misura meno afflittiva degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Così ha deciso il giudice per le indagini preliminari Marcello Rizzo, nel corso dell’udienza di convalida che s’è svolta nel pomeriggio.  

Panico, che peraltro è pregiudicato, era stato arrestato in flagranza a Lequile (dov’è domiciliato) durante un controllo mirato dei carabinieri della Sezione operativa della compagnia di Maglie che, dunque, nell’indagine che li ha condotti nel comune alle porte di Lecce, sono partiti proprio dal loro territorio di competenza.

Durante le perquisizioni, la sera del 29 maggio scorso, il 32enne era stato trovato con 68 grammi di cocaina, tre bilancini di precisione e altro materiale per il confezionamento della sostanza. Nel corso della stessa operazione, sempre a Lequile, era stato denunciato a piede libero un 42enne, trovato con cinque involucri contenenti 14 grammi di marijuana e un altro, più piccolo, con meno di 1 grammo di hashish. Portati entrambi in caserma, nel caso di Panico, il pubblico ministero di turno Maria Grazia Anastia aveva disposto l’arresto in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato con quasi 70 grammi di cocaina e tre bilancini, ottiene i domiciliari

LeccePrima è in caricamento