menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forzano la porta del negozio, scatta l’allarme: inseguiti e catturati

A Sannicola due uomini arrestati dopo aver scassinato l'ingresso di una rivendita di cucine e camini di via De Gasperi con un piede di porco. La fuga con un Berlingo è durata poco. I carabinieri del Nor di Gallipoli li hanno raggiunti a sirene spiegate

SANNICOLA – Erano circa le 3 di notte quando il silenzio totale in cui era immerso il paese è stato squarciato dal suono delle sirene dei carabinieri che ribalzavano da una via all’altra. Tutta Sannicola o quasi ha sentito, più di qualcuno si è affacciato alle finestre. I militari avevano appena bloccato Pasquale Tancredi, 35enne, e Vittorio Manco, 43enne, entrambi del posto. 

Avevano arnesi da scasso

La fuga a bordo di una Citroën Berlingo è durata lo spazio di poche centinaia di metri. E qualche ora dopo, ormai fattasi l’alba, i due sarebbero stati accompagnati a casa, ma per rimanervi, e non solo per via dell’emergenza coronavirus, ma perché agli arresti domiciliari. Evidenti le loro intenzioni, visto l’armamentario che avevano con sé: pinze cacciaviti, una sega, un piede di porco, fra le altre cose. Oltre a un mefisto e a uno scalda collo per coprire i volti. Sotto sequestro sono finiti anche i loro smartphone. 

Sempre più raro, di questi tempi, imbattersi in fatti di cronaca, eppure, nemmeno la somma di decreti, l’ultimo proprio di ieri per prorogare le misure già in atto, ha del tutto scoraggiato malviventi dal tentare qualche colpo. Alcuni episodi, come noto, si sono verificati nei giorni scorsi. Così, Tancredi e Manco si sono messi in scia con altri “colleghi”. Ma gli è andata decisamente male. 

Il furto nel negozio di camini 

Curioso il fatto che avessero deciso di rubare all’interno di un negozio specializzato in cucine e camini. Lo spazioso Berlingo sarebbe tornato utile proprio per caricarvi a bordo qualcosa d’ingombrante, è chiaro. Ma, appena hanno forzato l’ingresso dell’attività di via Alcide De Gasperi, è scattato l’allarme. E un’auto di pattuglia dei carabinieri dell’aliquota radiomobile del Nor di Gallipoli, in perlustrazione e già nelle vicinanze, s’è subito fiondata sul posto. 

Lampeggianti e sirene, quando il Berlingo si è rimesso in moto per una fuga repentina, ma per i due c’è stato poco da fare. Raggiunti e bloccati, sono stati costretti alla resa. Sentito il magistrato di turno, è scattato l’arresto. Ovviamente, Tancredi e Manco sono stati anche multati per aver violato le misure di contenimento al Covid–19. Tecnicamente, erano fuori casa senza giustificato motivo. Un motivo, per la verità, come visto ce l’avevano, eccome. Ma non è di quelli per i quali si può firmare un’autocertificazione, e via. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento