menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Balli in pista non autorizzati, sigilli alla discoteca Quartiere Latino

Intervento del commissariato di polizia gallipolino sul noto locale di Sannicola. Documentazione carente e due ordinanze del Comune non rispettate. Si continuavano a organizzare serate danzanti

SANNICOLA – Sigilli al Quartiere Latino, una delle più note discoteche d’Italia, sulla strada provinciale 71 che collega Gallipoli a Sannicola. Ad apporli, gli agenti del Commissariato di polizia di Gallipoli e del Reparto prevenzione crimine “Puglia Meridionale”. Il decreto di sequestro preventivo d’urgenza, nei confronti del titolare, è stato emesso dal pubblico ministero Giorgia Villa.

Il provvedimento nasce dopo una serie di riscontri, svolti dal Commissariato, per verificare la regolarità documentale per lo svolgimento dell’attività di discoteca. È quindi emerso che il locale da ballo non avrebbe avuto i requisiti oggettivi per lo svolgimento dell’attività di intrattenimento. Dopo una serie di verifiche si è scoperto che la discoteca avrebbe basato la propria documentazione amministrativa su una Scia, ritenuta inidonea per l’attività di discoteca, e su un verbale di commissione di vigilanza dei primi anni ’90 e privo di validità. 

Ne è conseguito che il Comune competente, quello di Sannicola, in attesa di verificare gli atti d’ufficio e procedere secondo l’iter previsto in materia, ha inizialmente sospeso ogni tipo di autorizzazione. Tuttavia, la discoteca ha continuato a funzionare, organizzando serate. E, visto il mancato rispetto dell’ordinanza, il Comune ha immediatamente provveduto a emetterne un’altra, con cui, a decorrere dal 30 luglio scorso, ha vietato l’utilizzo, a fini commerciali comportanti l’afflusso di persone, dell’intera struttura. 

Foto1-27-32

Nel frattempo, gli agenti del Commissariato gallipolino hanno proseguito i controlli e hanno accertato che, nonostante la notifica della sospensiva e del divieto di utilizzo, all’interno della discoteca si sono tenute comunque serate da ballo con musica ad alto volume, noti dj ospiti e numerosi giovani in pista.

Sulla base di tutta l’indagine, il titolare della discoteca è stato denunciato per apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento, inosservanza di provvedimenti dell’autorità e, in più, sanzionato spettacoli o trattenimenti pubblici senza licenza. Ieri, dunque, il sequestro preventivo d’urgenza, su disposizione della Procura, con sigilli sugli ingressi principali del Quartiere Latino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento