rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Nardò

Sub sempre più in profondità alla ricerca del 39enne scomparso da giorni

Proseguono senza sosta le ricerche di Marcello Pantaleo, sul litorale neretino. Questa mattina è arrivato anche il nucleo Saf dei vigili del fuoco per perlustrare i luoghi più impervi

NARDO’ – Sono riprese all’alba di oggi le ricerche di Marcello Pantaleo, l’infermiere 39enne (anche se da qualche tempo disoccupato) residente a Santa Maria al Bagno, marina di Nardò, di cui non si hanno ormai notizie dalla Vigilia di Natale. Tutte le forze in campo si stanno prodigando senza alcuna sosta fin da quando, nei pressi della Torre dell’Alto, nel parco di Porto Selvaggio, è stata rinvenuta la sua autovettura, una Seat Ibiza nera. Dentro il 39enne aveva lasciato una lunga missiva e il telefono cellulare, che era stato spento da ore.

b08f3ec8-dd3a-4e5f-b6ff-11f35d9907bf-2

Questa mattina, agli operatori che già da giorni stanno perlustrando Santa Maria al Bagno, Santa Caterina, Porto Selvaggio e, in generale, buona parte del litorale neretino, si sono aggiunti anche i vigili del fuoco del nucleo Saf (Speleo alpino fluviale) per verificare in ogni possibile anfratto, soprattutto quelli più ostici da raggiungere.

c53be94f-0330-46f6-a73a-f65965c62dad-2

I sommozzatori, invece, da oggi si stanno immergendo sempre più in profondità, nel timore che il corpo – qualora effettivamente si trovi in mare -, sia rimasto incastrato in qualche punto impossibile da scorgere in superficie. Si stanno perlustrando, in particolare, le numerose grotte sottomarine presenti nella zona. A tale proposito, è intervenuto il nucleo di Brindisi, specializzato prorpio in attività speleo sub.
ricerche2-2

Per il resto, le ricerche continuano con i reparti già chiamati sul posto da giorni e sotto il coordinamento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce. Il reparto Tas (Topografia applicata al soccorso) ha suddiviso il territorio in diverse zone da assegnare per la perlustrazione alle varie squadre di terra intervenute, con dati e informazioni raccolti dagli uomini munite di Gps trasmessi al posto di comando avanzato per elaborare una mappa delle aree ispezionate e indirizzare le ulteriori ricerche.

Video | Le attività di questa mattina

I vigili del fuoco hanno inviato anche il Nucleo cinofili, l’elicottero del reparto volo di Bari (ritornato anche questa mattina), i già citati sommozzatori e il nucleo Sapr (Sistemi a pilotaggio remoto). Sul posto anche volontari della protezione civile, Soccorso alpino, Croce rossa italiana, carabinieri e polizia locale. In mare, ausilio viene fornito da una motovedetta della guardia costiera. 

f579b6c9-dce5-4530-be76-e53ba401e794-2

Di certo, la scomparsa di Marcello Pantaleo lascia un’intera famiglia con il fiato sospeso e colpisce profondamente un’intera comunità, in ansia per le sorti di questo giovane uomo, evento così stridente rispetto al clima di festività che si respira in questi giorni e che per questo rende la storia forse ancor più angosciante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sub sempre più in profondità alla ricerca del 39enne scomparso da giorni

LeccePrima è in caricamento