Setacciati b&b dello Ionio: adibiti anche in garage e sovraffollati. Multe per 45mila euro

I finanzieri hanno eseguito controlli sul litorale che va da Gallipoli a Torre San Giovanni. Diverse le strutture irregolari, grazie ai controlli incrociati di banche dati e annunci online

Una delle strutture "visitate" dai finanzieri

TORRE SAN GIOVANNI (Ugento) – L'abusivismo colpito nel pieno della stagione estiva, setacciati i b&b sul litorale ionico. Durante una vasta attività nel settore della ricettività alberghiera, i finanzieri della tenenza di Casarano hanno infatti sottoposto a controllo gli immobili del tratto costiero compreso tra Gallipoli e le marine di Ugento. Sei strutture adibite a “bed and breakfast”, a Torre San Giovanni, sono state “visitate” dai militari delle fiamme gialle. Quattro di queste erano completamente abusive mentre una quinta struttura è stata trovata irregolarità sostanziali alla normativa regionale che ne disciplina la materia. In particolare, i gestori delle strutture abusive non avevano eseguito la prevista segnalazione certificata di “inizio attività”. Violazione che comporta una sanzione amministrativa da 5mila a 10mila euro oltre alla immediata chiusura dell’attività da parte del Comune competente.E non è tutto. Il quinto “b&b” ispezionato, infatti,  è risultato irregolare  perché trovato con un numero di posti letto superiore ai limiti previsti dalla normativa regionale.

Anche in questo caso è prevista una multa, che può oscillare da 500 a mille euro per ogni posto letto in eccesso,  la sospensione dell’attività per 12 mesi, alla terza segnalazione della specie, da parte dell’ente comunale competente. I finanzieri hanno individuato le strutture “fantasma” grazie all’incrocio dei dati relativi alle offerte proposte in rete,  associandone i rispettivi elementi, con le informazioni reperite sul territorio supportate dalle interrogazioni alle banche dati in uso alle fiamme gialle.  Ai gestori delle strutture abusive sono state contestate  sanzioni amministrative per circa 45 mila euro. Gli stessi, inoltre, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Lecce per non aver comunicato le generalità degli ospiti alle autorità di pubblica sicurezza, impedendo, in un periodo di massima allerta terroristica, il monitoraggio delle persone, soprattutto straniere, soggiornanti nelle strutture.foto 1-25-20

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dai controlli effettuati, è emerso altresì, con riferimento ad appartamenti adibiti a case vacanza, la violazione all’ordinanza comunale recante il divieto di sovraffollamento. Quest’ultima prevede, nel caso di superamento dei parametri di densità abitativa previsti dalla normativa di settore, la sanzione amministrativa da 25 euro a 500 euro per ogni persona in più, oltre all’emanazione di un’ordinanza comunale di sgombero anche coattivo dei locali sovraffollati. Sono state identificati in tutto 35 ospiti occupanti piccoli alloggi ricavati nello spazio adibito a garage di un condomino sito in Gallipoli: sono in corso accertamenti in sinergia con l’Ufficio tecnico del Comune. In un caso specifico è stata accertata la presenza di 14 persone all’interno di una stanza di pochi metri quadrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento