Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Sbarco e scafisti in fuga. A lungo inseguiti, riescono a scappare

Arrivano in 38 sulle coste salentine, tutti maschi ed adulti. Dopo il trasporto a terra, scafisti, intercettati da una motovedetta della finanza, si danno alla fuga, riuscendo a seminare i militari e a svanire nelle acque greche

Foto di repertorio.

MARINA DI NOVAGLIE (Castrignano del Capo) – Una fuga degna di un film d’azione: è così che si è conclusa, infatti, la lunga notte di sbarchi, l’ennesima tra le acque del Salento, ieri sera, al largo del Capo di Leuca. Ma il finale della folle corsa e dell’inseguimento da parte dei militari alla caccia dei presunti scafisti non ha dato l’esito sperato, in quanto questi ultimi sono riusciti a darsi alla fuga nelle acque internazionali, facendo perdere le proprie tracce.

Questo, però, è stato solo il finale della serata, iniziata con l’avvistamento, attorno alla mezzanotte, in prossimità del porto di Leuca, di un gruppo di 38 extracomunitari, appena approdati sulla terraferma. Ad accorgersi della loro presenza sono stati i militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza: i clandestini, di presunta nazionalità pakistana, dopo le prime cure sul posto, sono stati trasferiti al centro “don Tonino Bello” di Otranto, dove erano presenti i volontari della Misericordia per l’assistenza e il personale della Croce Rossa, che ha ospedalizzato a Scorrano un migrante per una bronchite acuta.

Nel corso dell’operazione, poi una motovedetta veloce della sezione operativa navale di Otranto ha intercettato un natante, sospettato di aver effettuato lo sbarco. Da lì, ha avuto inizio un lungo inseguimento, tra le coste salentine, andato a vuoto e conclusosi con l’abile fuga dei presunti scafisti nelle acque greche.

Nel corso della mattinata, nella struttura di prima accoglienza di Otranto, si stanno effettuando, con la partecipazione di tutte le forze dell’ordine, le rituali procedure di identificazione. I 38 extracomunitari sono tutti uomini ed adulti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarco e scafisti in fuga. A lungo inseguiti, riescono a scappare

LeccePrima è in caricamento