Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Sbarco di 5 quintali e mezzo di marijuana, in arresto due albanesi

I carabinieri hanno letteralmente rastrellato la zona del Ciolo, fino a rintracciare due cittadini albanesi, ritenuti coloro i quali, all'alba di domenica, hanno trasportato un ingente quantitativo di droga sulle coste salentine

 

GAGLIANO DEL CAPO – Due albanesi sono finiti in arresto, poiché ritenuti i basisti del gruppo che all’alba di domenica scorsa hanno trasportato un carico di 550 chilogrammi di marijuana sulle coste del Salento. Quella mattina, quando è scattato l’avvistamento, alcune persone sono state viste fuggire nell’entroterra.

Gli investigatori dell’Arma, convinti che qualcuno dei soggetti notati sulla costa non avesse potuto allontanarsi più di tanto, hanno battuto a tappeto l’intera zona, fino a bloccare i due cittadini del Paese delle aquile, ora in stato di fermo. Si tratta di due 45enni, di nazionalità albanese, Krenar Dulellari e Renato Hoxhaj. Su di loro, come detto, ancora in stato di fermo e che nelle prossime ore potrebbe essere convalidato dal magistrato inquirente, pende l'accusa di traffico internazionale di stupefacenti. Anche se per Hoxhaj sono scattate comunque le manette perchè già raggiunto in passato da un provvedimento di espulsione dal territorio italiano. aa1-3

Il ritrovamento della droga, il cui valore si aggirerebbe intorno a 300mila euro, come si ricorderà, è avvenuto alle prime luci dell’alba del giorno festivo, in due diverse fasi. I carabinieri sono stati messi in allerta da una segnalazione anonima su strani movimenti sul litorale, in località Ciolo, territorio di Gagliano del Capo, zona non certo nuova agli sbarchi, anche e soprattutto di extracomunitari.

Questa volta, però, come si sarebbe presto scoperto, non si trattava del solito transito di profughi, ma di traffico di stupefacenti. Nascosti in un anfratto roccioso della costa, i militari hanno recuperato dodici grossi borsoni, in ognuno dei quali c’erano 30 chilogrammi di marijuana, sigillati per affrontare la traversata, per un totale di circa 350 chili. Il carico, si sospetta, destinato forse alla malavita locale o in transito per altre destinazioni.

Ma le sorprese non erano ancora finite. Nelle stesse ore, alcune unità aeronavali e pattuglie della guardia di finanza, in ricognizione nel Canale d’Otranto e sulla costa, hanno trovato, sempre in località Ciolo, poco a nord di Santa Maria di Leuca, un gommone oceanico da 7 metri, dotato di un potente motore da 225 cavalli e, nel territorio circostante, altri nove borsoni contenenti circa 200 chili marijuana. E la somma è salita a 550 chili di droga. Le indagini sono coordinate dalla Dda di Lecce.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarco di 5 quintali e mezzo di marijuana, in arresto due albanesi

LeccePrima è in caricamento