Sbarco di migranti a Leuca: arrestato scafista, rimpatriato connazionale

In carcere è finito il georgiano David Barkaia, 43enne. A questi era intestato un contratto di comodato d’uso del natante battente bandiera turca, un caicco di 25 metri

Nella foto, la barca con la quale hanno raggiunto l'Italia.

LECCE – Un arresto e un rimpatrio coatto. Sono i provvedimenti assunti questa mattina, dopo gli accertamenti del pool della Procura della Repubblica di Lecce per identificare gli scafisti all’interno del gruppo di 52 migranti, sbarcati ieri mattina a Santa Maria di Leuca.

In carcere è finito il georgiano David Barkaia, 43enne. A questi era intestato un contratto di comodato d’uso del natante battente bandiera turca, un caicco di 25 metri all’interno del quale erano stipati i migranti, fra cui tre donne incinte e diversi bambini.

Per l’altro connazionale, un 23enne, il questore di Lecce, avendo verificato la mancanza di titoli per permanere sul territorio dello italiano, ha adottato il provvedimento amministrativo del respingimento.

E’ stato accompagnato presso il Centro d’identificazione ed espulsione per il successivo trasporto in Georgia. Gli altri migranti che hanno invece manifestato la volontà di richiedere asilo politico sono stati ricollocati nelle idonee strutture pugliesi. Il gruppo è composto da cittadini pakistani, afgani, siriani e somali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento