Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Sbarco di Natale, in 59 approdano sulle coste del basso Salento

Sono tutti uomini, di provenienza afghana, libica e pakistana, quelli che, nella notte, hanno raggiunto il litorale in località Ciolo. Sono stati condotti presso il "Don Tonino Bello" di Otranto, mentre si cercano gli scafisti

Foto di archivio

CIOLO (Gagliano del Capo) - Quasi fosse una caricatura del Natale. Una parodia mal riuscita, di quelle che lasciano soltanto l'amaro in bocca. Da un lato, l'incremento di nubi e maltempo. Dall'altro, la riduzione -drastica- delle temperature. Eppure, loro non si sono arresi. In 45, tutti maschi, tra i quali una decina di minori, sono approdati sulle coste della località "Ciolo". Sono stati avvistati mentre, raccolti in piccoli gruppi, tra le 2 e le 7 del mattino, muovevano in direzione dei centri abitati, verso l'entroterra, sulla strada che congiunge Gagliano del Capo ad Alessano.

Giunti sul posto, i carabinieri della compagnia di Tricase non hanno potuto fare altro che accertare la veridicità della segnalazione telefonica, prestando immediatamente i primi soccorsi agli immigrati. Non si hanno ancora notizie dell'imbarcazione utilizzata per la traversata, né sono stati intercettati gli scafisti. Gli immigrati, tutti di origine afghana, pakistana e libica, sono stati condotti presso il centro di prima accoglienza "Don Tonino Bello" di Otranto, dove si sono svolte le operazioni di identificazione e di primo soccorso, da parte dei volontari della Croce rossa italiana, prima del trasferimento nel Cara di Foggia, che ha dato disponibilità.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarco di Natale, in 59 approdano sulle coste del basso Salento

LeccePrima è in caricamento