In fuga dalla Siria raggiungono la costa adriatica. Rintracciati in 33

I migranti, di nazionalità siriana, sono stati fermati nel corso della mattinata a Roca, la marina di Melendugno, dai carabinieri della compagnia di Lecce. Soccorsi e visitati, sono stati accompagnati presso il centro "Don Tonino Bello" di Otranto

Uno scorcio di Roca

ROCA (Melendugno) – Oltre una trentina di cittadini stranieri, tutti di nazionalità siriana, sono stati rintracciati questa mattina nei pressi di Roca, la marina di Melendugno. Il gruppo, composto in prevalenza da individui di sesso maschile, è stato soccorso e rifocillato. E’ stato, inoltre, sottoposto a immediate visite mediche per scongiurare eventuali conseguenze dovute a una traversata di cui non è ancora dato conoscere la  modalità e il la tipologia di imbarcazione.

Fortunatamente, nessuno tra i 33 cittadini ha accusato malori o altri disagi dovuti allo stress del viaggio. Il tempo, dalla sua,  stato piuttosto clemente nonostante il forte tasso di umidità di questa mattina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine dei primi accertamenti, il gruppo di stranieri è stato accompagnato presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto, dove si è proseguirà con le operazioni di identificazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento