Cronaca

Uno sbarco pochi minuti prima della partita: tra i 71 migranti, 23 minori non accompagnati

È il secondo episodio in meno di 24 ore, nel Capo di Leuca. Il gruppo, composto da cittadini afgani, pachistani e siriani, accompagnato al “Don Tonino Bello” di Otranto

Lo sbarco di ieri sera.

SANTA MARIA DI LEUCA (Castrignano del Capo) - Il secondo sbarco 24 ore: un altro gruppo di migranti è infatti giunto sulle coste del Capo di Leuca nella serata di ieri. Un gruppo composto da 71 cittadini stranieri, tra i quali 23 minorenni non accompagnati, è stato avvistato e scortato fino a riva. Sono di origini afgane, pachistane e siriane.

I militari della guardia di finanza hanno intercettato l’imbarcazione pochi minuti che avesse inizio la partita finale del campionato europeo di calcio. Una volta raggiunto, il natante è stato trasferito nel porto di Santa Maria di Leuca dove sono poi cominciate le operazioni di sbarco e di soccorso. Ad attendere i migranti, oltre agli operatori del 118, anche quelli della Croce Rossa italiana. Non ci hanno pensato su: infischiandosene del match in corso e appresa la notizia, hanno immediatamente raggiunto il luogo dello sbarco per prestare il proprio aiuto a titolo volontario.9f9ef075-94c5-408f-9e29-73c4774c6f37-3

 Ma la serata ha avuto in ogni caso un epilogo felice poiché nessuno dei migranti ha riportato conseguenze fisiche durante il viaggio. Sottoposti alle visite mediche, infatti, non hanno avuto bisogno del trasporto in ospedale. Al termine delle attività, sono stati tutti trasferiti presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto, come l’altro gruppo di cittadini asiatici che era giunto solo qualche ora prima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno sbarco pochi minuti prima della partita: tra i 71 migranti, 23 minori non accompagnati

LeccePrima è in caricamento