menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scambio di cocaina e soldi in casa, 29enne leccese torna in libertà

Dopo dieci giorni di carcere e un mese di domiciliari, il giudice Giovanni Gallo ha revocato la misura cautelare nei riguardi di Mattia Panico, arrestato dalla squadra mobile di Lecce

LECCE - Era finito in carcere il 6 marzo scorso, dopo che gli agenti della sezione antidroga della squadra mobile avevano accertato uno scambio di droga e soldi nella sua abitazione, alla periferia di Lecce. Da ieri, Mattia Panico, questo il nome dell’arrestato, 29enne leccese, è ritornato in libertà. A restituirgliela è stato il giudice Giovanni Gallo che ha così accolto l’istanza avanzata dall’avvocato difensore Francesco Spagnolo, in considerazione delle oramai affievolite esigenze cautelari e dello stato di incensuratezza del ragazzo che gli consentirebbe comunque di ottenere la pena sospesa in caso di condanna.

Tutta l’attività difensiva è stata svolta da remoto mediante l’invio di pec, come pure la precedente, dinanzi al Tribunale del Riesame che proprio un mese aveva concesso all’indagato i domiciliari, valutando la condotta come quella più lieve contenuta nella legge sugli stupefacenti e quindi la relativa pena ( da 6 mesi a 4 anni) incompatibile con la misura carceraria. In particolare, furono due le cessioni riscontrate durante l'attività investigativa e riguardavano una dose di cocaina del peso di 0,5 grammi e un involucro di cellophane contenente 4,5 grammi dello stesso tipo di sostanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tregua domenicale, 584 i casi positivi. Lopalco "sfiduciato" dalla Lega

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento