Scambio di droga e soldi in casa. Nei guai finisce un 29enne leccese

Appostamento e irruzione degli agenti della sezione antidroga della squadra Mobile in un appartamento in zona Torre Mozza. In arresto Mattia Panico, indagato un amico

LECCE - Quell’insolito quanto continuo via vai nei pressi della sua abitazione non è sfuggito all’occhio attento dei poliziotti che nella tarda serata di mercoledì hanno deciso di entrare in azione ed arrestare in flagranza di reato, per detenzione e cessione di sostanze stupefacenti, Mattia Panico, 29 anni, già noto. Identificati anche alcuni assuntori e uno di essi, S.M. è altresì indagato in stato di libertà.  

Gli agenti della sezione antidroga della squadra Mobile della questura hanno avuto modo di documentare un insolito andirivieni di soggetti dall’abitazione di Panico, nella zona di Torre Mozza, alla periferia di Lecce. Nello specifico l’attività di controllo ha consentito di appurare uno scambio di soldi in cambio di sostanza stupefacente tra il 29enne e un acquirente. Quest’ultimo sottoposto a perquisizione è stato infatti trovato in possesso di una singola dose di cocaina del peso di 0,5 grammi. Per lui è scattata la segnalazione al prefetto.  

Successivamente l’attività di indagine si è concentra sull’arrivo di un altro giovane, M.S. che una volta entrato all’interno dell’abitazione cedeva delle banconote a Mattia Panico. Non appena le condizioni operative lo hanno consentito gli agenti sono prontamente intervenuti, fermando sia  Panico che l’altro ragazzo, quest’ultimo trovato in possesso di un involucro di cellophane contenente 4,5 grammi di cocaina e un bilancino di precisione.

La successiva perquisizione nell’appartamento consentiva di ritrovare un ulteriore involucro di cellophane contenente 3,5 grammi di cocaina nascosti in un incavo, ricavato nel muro perimetrale, camuffato dietro un pezzo di battiscopa. Trovato e posto sotto sequestro anche tutto il materiale necessario al confezionamento delle singole dosi e la somma in contanti di 1.150 euro, in banconote vario taglio. Per Panico è stato disposto l’arresto e il trasferimento presso il carcere di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

Torna su
LeccePrima è in caricamento