Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Sogliano Cavour

Scarpe e griffe false: tre arresti e megastore nei guai

Il megastore di calzature nella zona artigianale di Sogliano Cavour, in realtà alle porte di Cutrofiano, resta aperto al pubblico ma i suoi tre titolati alla gestione della società sono ai domiciliari

Il megastore di calzature nella zona artigianale di Sogliano Cavour, in realtà alle porte di Cutrofiano, resta aperto al pubblico ma i suoi tre titolati alla gestione del mercatone della scarpa sono dai ieri agli arresti domiciliari su disposizione del gip Maurizio Saso dopo la richiesta del sostituto procuratore Francesca Miglietta. I fratelli Russo, Fernando, 4o anni, gestore di fatto della società e Pierluigi, 33 anni, amministratore, insieme con la moglie del primo, Antonella Sanzico, 41 anni, dovranno ora rispondere di ricettazione in concorso e successiva vendita al pubblico di un notevole quantitativo di prodotti griffati, scarpe per donna Gucci, soprattutto, secondo la Guardia di finanza di Gallipoli risultate rubate durante l'estate in quel di Recanati e poi ritrovate sugli scaffali del megastore salentino a circa 150 eruo il paio, praticamente la metà del prezzo di vetrina, per esempio, dei negozi di via Montenapoleone a Milano. Da qui l'accusa di cui dovranno rispondere i tre è anche per concorso in vendita di prodotti recanti marchi contraffatti.

Questa seconda operazione della guardia di finanza di contrasto al fenomeno della contraffazione, denominata "Waterloo II", non è altro che il seguito della prima, "Waterloo I", che alla fine dello scorso luglio portò i militari sempre nello stesso megastore di Sogliano Cavour - già coinvolto nel 2005 in una grossa operazione anticontraffazione condotta sempre dalle Fiamme gialle che smascherarono 15 persone facenti parte di un'organizzazione dedita allo smercio di calzature recanti note griffe fasulle, dando di fatto esecuzione a quindici ordinanze di custodia cautelare in carcere e degli arresti domiciliari - dove sequestrarono qualcosa come 3.500 paia di scarpe a firma Prada, Gucci e Hogan, il top per i patiti delle grandi marche (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=9686). In quella circostanza due delle tre persone da ieri ai domiciliari, furono denunciate per vendita di prodotti contraffati e ricettazione.


Durante la perquisizione nell'ambito di "Waterloo II", i militari hanno trovato 339 paia di scarpe Hogan, Prada e Gucci contraffatte, mentre 306 paia di scarpe erano originali, recanti tutte il marchio Gucci, risultate però trafugate presso un noto calzaturificio di Recanati. Gli investigatori, pur non avendo tra le mani fatture, bolle di accompagnamento e quant'altro che dimostrasse l'acquisto regolare da parte dei titolati del negozio di Sogliano, sono riusciti comunque a risalire al furto perpetrato nelle Marche in estate, dai numeri di serie riportati sulle singole paia di scarpe trovate nel megastore alle porte di Cutrofiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarpe e griffe false: tre arresti e megastore nei guai

LeccePrima è in caricamento