Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Gallipoli

Scatta controllo: tenta di aggredire vigile con spranga

L'episodio durante le verifiche per il rispetto delle norme per l'installazione degli stand natalizi su Corso Roma, a Gallipoli: un ambulante ha cercato di colpire un maresciallo della municipale

E meno male che l'arrivo del Natale dovrebbe rendere tutti un po' più? buoni. Accade invece che proprio tra le pagodine del tradizionale mercatino allestito come ogni anno per le festività di fine dicembre nel tratto finale di Corso Roma a Gallipoli, si registri un ennesimo episodio di intolleranza che con poco sarebbe potuto sfociare in violenza vera e propria con tutte le conseguenze del caso. Fortunatamente parliamo solo di un tentativo di aggressione, generato presumibilmente da un eccesso d'ira di uno degli ambulanti assegnatari dei posteggio sul marciapiede che fronteggia il grattacielo e i portici di palazzo Torsello, ai danni di un maresciallo della Municipale di Gallipoli. Un tentativo di "giustizia sommaria" a causa dei controlli che i vigili hanno intrapreso in questi giorni per far rispettare le regole di installazione degli stand di vendita nell'area riservata al mercatino ambulante.

D'altro canto quest'anno l'assessorato al Commercio, retto da Sarino Spada, sentiti preventivamente gli stessi commercianti, ha disposto di anticipare la data di inizio della vendita natalizia su Corso Roma, predisponendo nel contempo in anticipo (e di concerto con il dirigente del settore, Patrizio Giannone) anche le verifiche tese al rispetto da parte degli stessi operatori degli spazi da loro richiesti e regolarmente "pagati" per l'occupazione del suolo pubblico. Controlli che quindi sono partiti subito e che non sono stati graditi, a quanto pare, dall'unico operatore a cui sono stati mossi i primi rilievi. I fatti sono presto detti: nella zona del mercatino si sono presentati due marescialli di Polizia Municipale (Luigi Legari e Roberto Pellone, da sempre impegnati anche nell'ambito dei controlli annonari delle aree mercatali della città) che hanno provveduto a segnalare gli spazi assegnati ai commercianti e la disciplina da seguire per il montaggio e la vendita.

Qualcosa di anomalo è stato da subito rilevato nei pressi dello stand di un 60enne ambulante, R.R. di Gallipoli, che secondo quanto accertato con il verbale redatto dai vigili non si sarebbe attenuto alle nuove disposizioni montando lo stand in maniera non conforme a quanto stabilito in precedenza. E in particolare l'operatore aveva provveduto anche a bucare il marciapiede del Corso Roma per fissare al suolo la propria pagodina. L'intransigenza (a prima vista legittima) dei due vigili ha scatenato la reazione rabbiosa del commerciante gallipolino che, prima verbalmente e poi cercando di risolvere la questione giungendo alle vie di fatto, ha mostrato tutto il suo disappunto nei confronti in particolare del maresciallo Pellone. In un attimo l'ambulante furente si è diretto nel proprio furgone parcheggiato nelle vicinanze, pensando bene di prendere un bastone di ferro e di scagliarsi contro il vigile con l'evidente intenzione di colpirlo. Solo il pronto intervento del maresciallo Legari e di altri commercianti ambulanti presenti sul posto ha scongiurato il peggio, bloccando sul nascere il tentativo di aggressione violenta dell'uomo. Quest'ultimo è stato deferito alla Procura della Repubblica per minacce, resistenza e danneggiamento di proprietà comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scatta controllo: tenta di aggredire vigile con spranga

LeccePrima è in caricamento