Cronaca

Schianto su un muro, fatale per un 20enne di Spongano

Simone Petruzzo, giovane barista salentino, che viveva a Reggio Emilia, domenica mattina ha perso la vita in un terribile incidente a Calerno di ritorno da Parma: feriti il gemello e altri tre amici

Foto di repertorio.-143

REGGIO EMILIA - Un urto fatale contro il muro di un'abitazione: Simone Petruzzo, 20enne, originario di Spongano, ha trovato la morte a bordo dell'auto su cui viaggiava insieme al gemello Andrea e ad altri tre amici. Un colpo terribile, improvviso, uno schianto inatteso, dopo una serata trascorsa a Parma, consumatosi sulla Via Emilia, all'altezza di Calerno, frazione di Sant'Ilario d'Enza, in provincia di Reggio Emilia.

La Grande Punto su cui si trovavano i cinque giovani avrebbe perso il controllo probabilmente per un colpo di sonno del conducente: il giovane salentino, che gestiva un bar a Reggio Emilia (dove si era trasferito e viveva con i propri genitori), al momento dell'impatto si trovava sul sedile posteriore della vettura. Lo scontro della macchina sul muro ha destato i residenti, che hanno allertato i soccorsi. Una scena agghiacciante si è proposta allo sguardo dei vigili del fuoco e del 118, con l'auto completamente distrutta e ridotta ad un cumulo di lamiere e il sangue sull'asfalto.


Il 20enne di Spongano è morto sul colpo. Sono gravi le condizioni del fratello e dei due amici, che, però, sarebbero in pericolo di vita, ma restano in uno stato confusione. Più complesso il quadro clinico della ragazza, una 19enne, Leila, sottoposta ad un delicato intervento chirurgico e si trova in rianimazione. Si sta indagando per ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto. Per questo motivo, non è stata stabilita la data per il funerale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto su un muro, fatale per un 20enne di Spongano

LeccePrima è in caricamento