Cronaca

Esami rimandati, Scienze della formazione in tilt. La denuncia Link-Udu

La comunicazione della segreteria didattica, secondo l'associazione degli universitari, viola il regolamento dell'ateneo che vuole una pubblicazione degli esami con largo anticipo. "Disorganizzazione scandalosa e senza eguali"

LECCE – La facoltà di scienze della formazione dell’università del Salento finisce al centro di una polemica scatenata dall’associazione di studenti Link – Udu. La comunicazione odierna, da parte della segreteria didattica, in cui si rimanda a tempo indeterminato la pubblicazione delle prove d’esame dei singoli insegnamenti - nonostante si sia già in piena sessione d’esami – fa saltare sulla sedia gli universitari. La decisione è bollata come “inaccettabile e vergognosa” a fronte dei “già numerosi dinieghi relativi al coordinamento ed alla gestione delle attività didattiche, ripetutamente denunciati”.

Le conseguenze per gli studenti?  “Si troveranno tutti nell’oggettiva impossibilità di sostenere esami per tempo, provocando non poco peregrinare nel reperimento di notizie”, rispondono gli interessati.

Secondo l’associazione non solo si sarebbe consumata una “gravissima violazione” dell’articolo 22 del regolamento didattico dell’ateneo (da cui si evince che il calendario degli esami deve essere formulato con congruo anticipo, almeno 60 giorni prima dell’inizio della sessione), ma anche quella dello statuto dei diritti e dei doveri degli Universitari il quale recita che “il calendario degli appelli deve essere reso noto almeno due mesi prima dell’inizio delle sessioni d’esame”.

“A ciò si associa una poco chiara definizione dei compiti della figura del manager didattico, Stefania Presicce, come punto di riferimento nel coordinamento delle attività didattiche, così come specificato nel decreto direttoriale sull’assetto organizzativo dei dipartimenti e delle facoltà (numero 513 del 5 maggio 2012)”, incalzano gli studenti.

Il regolamento d’ateneo sarebbe stato nuovamente violato a causa “dell’assenza di un orario di ricevimento del suddetto manager sul sito della facoltà, di una mancanza di piani di studio di alcuni corsi di laurea per gli scorsi anni accademici e per l’assoluta incompletezza e il mancato aggiornamento delle bacheche-online di vari docenti”. Secondo l’articolo 23, infatti, sui portali web devono essere “pubblicati i programmi degli insegnamenti attivati, gli orari di ricevimento dei docenti, le indicazioni di quanto richiesto ai fini degli esami e delle prove di profitto e per il conseguimento del titolo di studio, il calendario e gli orari delle lezioni.”

Vana sarebbe stato il tentativo, reiterato, di risolvere le questioni attraverso l’attività istituzionale di rappresentanza: “Abbiamo chiesto diversi incontri con l’ufficio di presidenza, nella persona del professor Michele Carducci, pur senza trovare alcun riscontro”.

“Ora, sapendo che le problematiche rilevate sono basilari per il rispetto reciproco tra studenti ed istituzione universitaria, non solo chiediamo la tempestiva risoluzione di tali problematiche – conclude la nota di Link-Udu - ma comunichiamo di essere pronti a intervenire sul piano disciplinare e mediatico sull’oggettivo squilibrio tra le capacità organizzative della facoltà di scienze della formazione, scienze sociali e politiche ed il resto dell’università del Salento, sottolineandone l’effettiva ed  irragionevole contribuzione studentesca in cambio di una disorganizzazione scandalosa e senza eguali”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esami rimandati, Scienze della formazione in tilt. La denuncia Link-Udu

LeccePrima è in caricamento