Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Scippò pensionata, 37enne condannato a due anni di reclusione

L'uomo giudicato con il rito abbreviato. I fatti risalgono allo scorso primo giugno. Nella zona di via Risorgimento, nei pressi dell'ufficio postale, prese di mira una donna che aveva con sé le pensioni sua e del marito

 

LECCE – A “incastrarlo” fu il senso civico di una donna che, dopo aver assistito a uno scippo, decise di seguirlo, segnalando i suoi spostamenti ai carabinieri della stazione locale, i quali lo bloccarono sull'uscio di casa per condurlo nel carcere di Lecce. Per quello scippo Pasquale Mighali, 37enne di Aradeo, è stato condannato a due anni di reclusione (più 400 euro di multa), dopo essere stato giudicato con il rito abbreviato. La sentenza è stata messa dal gup Alcide Maritati.
 
I fatti risalgono al primo giugno scorso: erano circa le 13, quando ad Aradeo, nella zona di via Risorgimento, a pochi passi dall'ufficio postale, Mighali puntò la sua preda, una donna che, nella borsetta, custodiva le pensioni sua e del marito, appena ritirate, oltre a vari oggetti personali. Subito dopo lo scippo, il 37enne inforcò una bicicletta accostata al muro di un palazzo e si lanciò in una sorta di volata, pedalando a più non posso.
 
In possesso di quei soldi, circa mille e 500 euro, centesimo più centesimo meno, rimase davvero per pochi minuti. Il tempo di fuggire e raggiungere casa, sperando di averla fatta franca. Le urla della vittima, infatti, attirarono l'attenzione di alcuni passanti e, fra questi, di una donna che, riconosciuto il 37enne, a bordo della sua auto iniziò a tallonarlo. Durante il percorso, contattò telefonicamente il 112. I militari raggiunsero in pochi minuti l'abitazione di Mighali e l'arrestarono.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scippò pensionata, 37enne condannato a due anni di reclusione

LeccePrima è in caricamento