Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Scoperta una discarica di rifiuti speciali, sequestrata area di 10mila metri quadri

Denunciato l'amministratore della società, operante nel settore dell'edilizia, per gestione illecita di rifiuti speciali

Foto di repertorio.

LECCE – Un’immensa discarica a cielo aperto composta da demolizioni edili consistenti in mattoni in cemento, conci di tufo, ceramiche, parti di manufatti in cemento, e ancora scarificato stradale, sfalci di potatura, e plastiche frammiste a terreno vegetale. La scoperta è stata fatta dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico di lecce, a Gagliano del Capo, in località “Monte Morelli”, con i colleghi della locale stazione.

I militari hanno sottoposto a sequestro preventivo d’urgenza un’area di circa diecimila metri quadrati, sulla quale erano stati illecitamente depositati ingenti quantitativi di rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi.

Al termine del controllo, l’amministratore della società, operante nel settore dell’edilizia, utilizzatrice del terreno, è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Lecce. L’ipotesi di reato contestata dal Noe all’indagato è di gestione illecita di rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi. Il valore complessivo dei beni sottoposti a sequestro è di alcune decine di migliaia di euro. A seguito dell’intervento del Noe sono state informate tutte le autorità competenti ad adottare i provvedimenti consequenziali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta una discarica di rifiuti speciali, sequestrata area di 10mila metri quadri

LeccePrima è in caricamento