Cronaca

Scoperti mentre cercano di cedere eroina e hashish ai parenti detenuti

Tre denunce e un fermo a carico dei responsabili. Gli agenti di polizia penitenziaria hanno deferito, fra gli altri, un minorenne che aveva nascosto un involucro con hashish in bocca per darlo al padre. Svolte anche diverse perquisizioni in auto e abitazioni a caccia di altra sostanza stupefacente

LECCE – Stavano cercando di far entrare piccole dosi di stupefacenti in carcere. Più persone sono finite nei guai negli ultimi giorni. A scoprire gli episodi, gli agenti di polizia penitenziaria di Lecce di servizio nel carcere di Borgo San Nicola.

Non è la prima volta che si verificano casi del genere. Il tentativo avviene invariabilmente in occasione dei contatti tra i detenuti e i familiari a colloquio. Il primo caso risale alla mattina del 5 dicembre. I baschi azzurri hanno denunciato il 17enne C.G. e suo padre, R.G., detenuto. Sono stati colti in flagranza. Il ragazzo aveva nascosto in bocca un piccolo involucro contenente hashish. Con una mossa fulminea l’ha estratto e trasferito al padre, che ha cercato di nasconderlo allo stesso modo. Il passaggio non è però sfuggito e per i due sono iniziati i guai.

Oggi il secondo e ultimo episodio. Il personale in servizio di vigilanza presso l’Unità operativa colloqui ha bloccato A.C. e S.R., rispettivamente fratello e convivente del detenuto M.C.. Durante il colloquio il primo ha consegnato un involucro celato negli abiti al familiare. Questi, ha prvoato a nasconderlo fra le parti intime, ma le sostanze, una dose di hashish e un’altra di eroina, sono stato in seguito recuperate grazie a una perquisizione. In questo caso, per la donna è scattata la denuncia, mentre per il fratello del recluso il fermo.

In entrambi i casi, le operazioni sono state svolte anche perquisizioni alle auto utilizzate dai familiari per recarsi presso l’istituto di pena, e nel secondo anche nell’abitazione di un familiare, tutte però con esito negativo. Le tre dosi sono state sequestrate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperti mentre cercano di cedere eroina e hashish ai parenti detenuti

LeccePrima è in caricamento