Cronaca

Scoppia bomboletta, ha rischiato di perdere l'occhio

Giuseppe Azzolini, oculista, stava bruciando sterpaglie nella sua tenuta vicino Squinzano, ma non s'era accorto di una bomboletta. Le condizioni sembravano gravi, poi però la prognosi è stata sciolta

Fuoco di sterpaglie

Ha rischiato seriamente di perdere un occhio, esattamente quello destro, e in un primo momento le sue condizioni sembravano particolarmente gravi, tant'è che è stato ricoverato in prognosi riservata. Ironia della sorte, la tragedia stava per capitare proprio ad noto medico, l'aiuto primario oculista leccese Giuseppe Azzolini, di 55 anni. Il fatto è avvenuto nel primo pomeriggio nelle campagne intorno all'azienda agricola dove il professionista risiede con la sua famiglia, la tenuta "La Badessa", sulla via che dalla marina leccese conduce a Squinzano. L'uomo stava bruciando alcune sterpaglie, quando improvvisamene, s'è verificata un'esplosione.


Azzolini non s'era accorto che in mezzo all'erba secca c'era anche una bomboletta spray abbandonata, che a contatto con il fuoco ha subito la pressione che l'ha fatta scoppiare. Alcune schegge di metallo sono finite vicino all'occhio e anche la guancia ha subito delle lesioni. L'oculista è stato soccorso dai suoi stessi familiari, che l'hanno trasportato presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, dove i medici hanno suturato la ferita alla guancia. Al momento Azzolini è sotto osservazione, soprattutto per quanto riguarda le condizioni dell'occhio. La prognosi è stata comunque sciolta e nel giro di tre giorni l'oculista dovrebbe fare rientro a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia bomboletta, ha rischiato di perdere l'occhio

LeccePrima è in caricamento