Cronaca

Terremoto al largo della Grecia e trema anche il Salento: lievi tensioni nel tribunale di Lecce

Diverse segnalazioni sono giunte alcuni minuti dopo le 8 alla centrale operativa dei vigili del fuoco. Dal capoluogo alla provincia, in tanti hanno sentito la terra tremare, soprattutto ai piani altri dei palazzi. In viale De Pietro numerosi avvocati hanno abbandonato i corridoi uscendo per strada. Nessuna conseguenza

Il punto della scossa individuato con Google Maps.

LECCE - Alle 8,10 ora italiana una scossa di terremoto nei pressi della costa ionica della Grecia, nazione dove si sono registrate vittime, ha fatto vibrare anche il Salento. Secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Adnkronos, sull'isola di Lefkada sono decedute un'anziana, a causa di un crollo nel villaggio di Athani, e un'altra donna di 60 anni, rimasta schiacciata da un masso che ha sfondato l'abitazione in cui abitava, a Ponti Vassilikis. Una decina i feriti, con danni alla rete stradale e scuole chiuse anche a Cefalonia. 

Diverse telefonate sono giunte anche presso la la sala operativa dei vigili del fuoco di Lecce, dove il sisma è stato avvertito soprattutto ai piani altri dei condomini. In molti hanno visto "ballare" lampadari e suppellettili sui mobili. Nessuna conseguenza si è verificata su cose e persone, salvo alcuni attimi di panico all’interno del Tribunale penale di viale Michele De Pietro.

Nel palazzo di giustizia sono stati in tanti ad aver abbandonato l’edificio. Fra i presenti, specie personale, ma anche alcuni avvocati, diversi hanno notato lampadari e tende ondeggiare, e hanno preferito uscire per strada. Il terremoto è stato localizzato dalla sala sismica Invg di Roma. Stando a quanto rilevato dagli esperti, ha avuto un’intensità di 6.5 gradi della scala Richter. L’epicentro è stato individuato a circa 11 chilometri a ovest dell’isola di Lefkada, ad appena 10 chilometri di profondità.

Diverse segnalazioni sono giunte dalla provincia, specie dal Capo di Leuca. Le scosse, seppure lievi, sono state avvertite anche lungo la fascia costiera della Calabria. Mentre, meno di una settimana addietro, un altro episodio, di entità molto più lieve, era stato segnalato dai sismologi a circa 15 miglia al largo di Castro, sebbene senza che la popolazione avvertisse nulla. In quel caso, l'epicentro era stato individuato a 38 chilometri di profondità. Il terremoto era stato classificato di magnitudo 3.2.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto al largo della Grecia e trema anche il Salento: lievi tensioni nel tribunale di Lecce

LeccePrima è in caricamento