rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Rione Casermette

Ancora una scritta no vax nei pressi di una scuola. Oltre 9mila i bimbi già vaccinati

Realizzata sulle strisce pedonali che conducono al varco d'accesso alla succursale della "Diaz", in via Aprile, nella periferia del capoluogo. Il 21 percento degli alunni tra i 5 e gli 11 anni ha già ricevuto la prima dose

LECCE - Una scritta contro i vaccini anti Covid, realizzata con spray di colore rosso, è stata scoperta questa mattina da una cittadina sulle strisce pedonali che portano all'ingresso della succursale della scuola primaria Diaz, in via Aprile, rione Casermette a poche centinaia di metri dall'hub vaccinale della Caserma Zappalà, il più grande di tutta la provincia di Lecce.

"I vaccini uccidono salva tuo figlio", questo lo slogan impresso sull'attraversamento, accompagnato dal simbolo W, in pratica la firma dei No Vax. Una scelta non casuale, trattandosi di un luogo di passaggio obbligato, per genitori e bambini, prima di entrare nel plesso. Le attività scolastiche sono comunque sospese per le festività e con ogni probabilità, alla ripresa delle lezioni saranno già state cancellate.

Non è certo il primo episodio di questo tipo da quando la campagna vaccinale ha interessato fasce di popolazione via via sempre più giovani: ne sono stati registrati altri, nei pressi di varie scuole del capoluogo (Ascanio Grandi in via Patitari e Falcone Ammirato in via Abruzzi).

Nonostante questi tentativi di boicottaggio, privi di qualsiasi ancoraggio scientifico, la vaccinazione in età pediatrica, avviata il 16 dicembre, procede a buon ritmo: secondo il report settimanale di Asl del 31 dicembre, in provincia di Lecce la prima dose è stata già somministrata al 21 percento dei bambini tra i 5 e gli 11 anni; in quella tra i 12 e i 19 la copertura è dell'84 percento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora una scritta no vax nei pressi di una scuola. Oltre 9mila i bimbi già vaccinati

LeccePrima è in caricamento