rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Prima imbrattato un bus Stp

Caso Cospito, ancora “auspici di morte” per il ministro Nordio sul muro del mercato

La scritta è apparsa nei pressi di Porta Rudiae, all’esterno del mercato rionale. A notarle una volante di passaggio in zona, che ha provveduto a informare Digos e polizia scientifica

LECCE – Ieri un messaggio contro il carcere duro su un autobus di Stp, oggi nuovi “auspici” di morte per il ministro della Giustizia, Carlo Nordio: ignoti, di matrice anarchica, agiscono ancora e imbrattano i luoghi della città in questa battaglia a colpi di vernice che sembra evidentemente riferirsi al caso Cospito.

Le nuove scritte sono apparse sul muro del mercato rionale di Porta Rudiae: a notarle, i poliziotti di una volante della questura, di passaggio su viale dell’Università. Gli agenti hanno constatato sul muro del mercatino di zona, tra il bar e il negozio di fiori, la presenza della scritta “Nordio boia speriamo che tu muoia”, realizzata con una bomboletta a spray a vernice scura.

Gli agenti in servizio hanno provveduto ad informare la Digos: sul posto, è intervenuta la polizia scientifica. Come detto, non si tratta di un episodio distinto. 

I precedenti

Prima di quello della scorsa notte, Nordio era già stato fatto oggetto di “auspici” di morte, perché identificato da responsabile del ministero di Giustizia, come il principale oppositore ad ogni forma di attenuazione della pena nei confronti di Cospito, con scritte sul muro dell'istituto “Calasso”. Scritte “solidali” all’anarchico ristretto al 41 bis sono apparse nel novembre 2022 a Calimera, nella ricorrenza della nascita di Antonio Montinaro, caposcorta del giudice Giovanni Falcone, morto nella strage di Capaci.

Un altro episodio pochi giorni dopo quel caso con scritte in diversi punti di Lecce. Infine, un’altra iniziativa che sembrerebbe di matrice anarchica risale ai primi di dicembre, quando diverse colonnine per l’erogazione di energia per le auto ad alimentazione elettrica sono state bloccate usando schiuma espansa.

Scritta contro Nordio

“Esprimo piena solidarietà al ministro della Giustizia, Carlo Nordio, vittima di un vile atto intimidatorio a Lecce dove già nei giorni scorsi degli anarchici avevano danneggiato un autobus”. Così Saverio Congedo,  portavoce provinciale di Fratelli d'Italia Lecce. “Si tratta di gesti da non sottovalutare - aggiunge - perché segnalano una recrudescenza dell'attività violenta di questi gruppi organizzati, che devono trovare la condanna unanime di tutte le forze politiche e sociali. Sono certo che le capaci e attente forze dell’ordine operanti sul territorio di concerto con la magistratura faranno piena luce sulle responsabilità di quanto sta accadendo”, conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Cospito, ancora “auspici di morte” per il ministro Nordio sul muro del mercato

LeccePrima è in caricamento