Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

SE AN SI SGRETOLA L'ALTRA DESTRA SI RICOMPATTA

Mentre Fini ribadisce il pericolo a Congedo di rimanere fuori da An, Azione sociale e Mis-Rauti ufficializzano la loro unione elettorale all'insegna della destra di popolo

"Chi si candida è definitivamente fuori dal partito". Il presidente di An, Gianfranco Fini, da Bari ribadisce il pericolo a Saverio Congedo e soci, convinti di scendere in campo per le amministrative leccesi in sella alla lista civica "La Città-Progetto per Lecce" . Difficile ipotizzare il dietro front dei cinque dissidenti che comunque sosterranno Paolo Perrone.

Nel pomeriggio di ieri, all'hotel Tiziano, a Lecce, è stata ufficializzata l'unione elettorale fra Azione sociale, partito di Alessandra Mussolini, e Mis-Rauti,all'insegna della destra di popolo. Un accordo che prova a guardare lontano, non soltanto all'imminente chiamata elettorale, quindi un accordo politico.


"Il nostro rammarico resta quello di non poter correre insieme a un'altra parte di noi, la Fiamma Tricolore" ha fatto notare Corrado Calvi, gallipolino, uno dei cinque componenti la segreteria nazionale di Azione sociale. Presentato anche il simbolo per la prossima tornata elettorale: i loghi dei due partiti in un cerchio giallorosso. Ma ancora non è noto quale candidato sindaco mussoliniani e rautiani appoggeranno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SE AN SI SGRETOLA L'ALTRA DESTRA SI RICOMPATTA

LeccePrima è in caricamento