menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoppiano le fiamme in piena notte, devastata paninoteca mobile

Non si esclude l'origine dolosa, trovata a qualche distanza una bottiglia sospetta. Le fiamme spente dai vigili del fuoco, sul posto, per le indagini, gli agenti di polizia del commissariato di Galatina. L'attività andata distrutta

SECLI’ – Un furgone paninoteca è andato a fuoco questa notte alla periferia di Seclì, nei pressi della strada provinciale 42 che collega a Neviano. Un incendio devastante, che ha completamente distrutto l’attività commerciale, con tutto il materiale contenuto all’interno.

La paninoteca mobile aveva inaugurato soltanto l’inverno scorso, collocandosi in uno slargo recintato, nei pressi del passaggio a livello solcato dai treni delle Ferrovie Sud Est. Posizionata in un punto strategico, alla confluenza delle vie che conducono verso la vicina Aradeo da un lato e Sannicola dall’altro, con la possibilità per gli avventori di sostare ai tavoli accanto, in breve era diventato un punto di riferimento per tanti giovani della zona.

Sul posto, per spegnere le fiamme, si sono diretti i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli. I quali hanno lavorato a lungo per avere ragione dell’incendio: al loro arrivo, il furgone era completamente avvolto dalle fiamme. Sul posto si sono dirette anche le volanti del commissariato di polizia di Galatina. E non si esclude che l’incendio possa essere stato scatenato dalle mani di qualcuno.

Base di partenza nell’indagine, una bottiglia sospetta con residui di liquido infiammabile. E’ stata trovata dopo alcune perlustrazioni, anche se non proprio nelle immediate vicinanze del luogo dove si è scatenato l’inferno. I poliziotti, in queste ore, stanno visionando alcune videocamere in tutta l’area, a caccia di movimenti sospetti, e avviando una serie di ascolti, nel tentativo di raccogliere quante più informazioni utili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento