Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Sei raid contro il "Deledda": quattro bulli nei guai

In più occasioni si sarebbero resi protagonisti di raid ai danni dell'Istituto Tecnico Professionale. Gli indagati giovani al di sotto dei 18 anni. Le indagini vennero avviate dalla Digos di Lecce

In più occasioni si sarebbero resi protagonisti di raid ai danni dell'Istituto Tecnico Professionale "Grazia Deledda" tra il 24 settembre 2007 e il 26 gennaio 2008. Ora la Procura dei Minori ha chiuso le indagini preliminari e risultano indagati quattro under 18, tutti di 17 anni e residenti nel capoluogo. Le accuse sono di danneggiamento e interruzione di pubblico servizio. Gli episodi di violenza racchiudono sei raid nei quali i bulli delle scuole si sarebbero infilati all'interno dell'Istituto, danneggiandone gli infissi attraverso il lancio di pietre, di varie dimensioni. Con i massi avrebbero infranto i vetri delle finestre.

Le "gesta", per così dire, di gratuita violenza sarebbero state accompagnate da minacce rivolte nei confronti del personale scolastico. Il pubblico ministero Simona Filoni ipotizza anche il reato di interruzione di servizio pubblico. Il 22 e il 26 gennaio del 2008, avrebbero turbato la regolarità dello svolgimento delle lezioni dell'Istituto, introducendosi all'interno in orari di lezione, disturbando gli alunni e minacciando e offendendo i docenti e gli operatori della scuola.


Ora gli indagati hanno venti giorni per presentare memorie, produrre documenti, depositare documentazione o presentarsi per rilasciare dichiarazioni ed essere così sottoposti ad interrogatorio. Le indagini vennero concluse dagli agenti della Digos di Lecce. Gli indagati sono difesi dagli avvocati Stefano Maggio, Laura Buttazzo, Diego Costernino e Carlo Madaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei raid contro il "Deledda": quattro bulli nei guai

LeccePrima è in caricamento