Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Mensa di Leverano, risarcita la ditta ‘La Fenice’. Annullata l’aggiudicazione dell’appalto

Il Tar di Lecce ha accolto il ricorso della ditta difesa dall'avvocato Quinto: il Piano di organizzazione del personale non idoneo a garantire il servizio nelle scuole. 'La Fenice' ottiene il risarcimento ed il diritto al subentro nel servizio di ristorazione

Il Tar di Lecce

LEVERANO - Colpo di scena per il servizio mensa che interessa le scuole di Leverano. Il Tar di Lecce infatti, con sentenza depositata oggi, ha accolto il ricorso proposto dalla ditta ‘La Fenice’ difesa dall’avvocato Pietro Quinto, ed ha annullato l’aggiudicazione che era stata disposta, nel novembre del 2013, all’ associazione tra Markas e Impegno Solidale.

La querelle è sorta in merito all’appalto del servizio di ristorazione per la scuola dell’infanzia, per quella primaria e secondaria di primo grado e per l’asilo nido: si tratta di un’aggiudicazione che vale oltre 3 milioni di euro e copre un periodo di 9 anni, con la previsione anche dei necessari lavori di ristrutturazione del centro cottura di proprietà del Comune e posti in via della Consolazione.

Nel merito, Il Tribunale amministrativo ha ritenuto fondate le censure proposte dall’avvocato Quinto secondo cui il Piano di organizzazione del personale non era idoneo a garantire, per consistenza numerica, il corretto svolgimento della prestazione richiesta dal Comune per l’assistenza domiciliare.

Il legale ha poi contestato, con successo, che l’ubicazione del Centro cottura di emergenza era in una località che non consentiva il rispetto del tempo massimo di 45 minuti fissato dal capitolato d’appalto, come pure non veniva rispettato il termine di consegna dei pasti che non poteva avvenire prima delle ore 12 e non oltre le ore 13.

Il Tar di Lecce (presidente ed estensore Enrico D’Arpe) ha anche accolto la domanda di risarcimento avanzata dalla ditta La Fenice, affermando il diritto di questa al subentro nell’aggiudicazione e nel servizio di ristorazione scolastica. Il Comune dovrà ora disporre in conformità, predisponendo quanto necessario per garantire, alla riapertura dell’anno scolastico, il servizio mensa essenzialmente rivolto agli alunni delle scuola ma che ha, come beneficiari, anche gli anziani assistiti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mensa di Leverano, risarcita la ditta ‘La Fenice’. Annullata l’aggiudicazione dell’appalto

LeccePrima è in caricamento