Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Sentenza: la redazione dei piani urbanistici non spetta alle università

Il Consiglio di Stato ha accolto le ragioni del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, difeso dall'avvocato Pietro Quinto

A sinistra Pietro Quinto.

LECCE – I dipartimenti universitari non possono redigere i piani urbanistici: lo ha stabilito il Consiglio di Stato accogliendo l’appello proposto dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri contro una sentenza del Tar della Lombardia.

Fu l’ordine di Lecce a muoversi contro gli affidamenti diretti, tramite convenzione, cui avevano fatto ricorso diverse amministrazioni comunali del territorio ma anche la Asl per la realizzazione del nuovo plesso dell’ospedale “Vito Fazzi”.

I giudici del Consiglio di Stato hanno chiarito che la redazione di uno strumento urbanistico attiene a prestazioni che si possono reperire sul mercato e deve essere inquadrato, come un normale appalto, nelle regole della gara pubblica.

“La pronuncia del massimo organo di giustizia amministrativa –ha spiegato l’avvocato Pietro Quinto che ha difeso il consiglio nazionale - consolida una linea interpretativa che tutela i professionisti i quali rischiavano di vedersi sempre bypassati da affidamenti diretti alle università. Bene hanno fatto quindi prima l’ordine di Lecce e poi il consiglio nazionale a porre la questione; in questo modo hanno tutelato gli iscritti ma l’interesse della collettività aprendo il mercato al confronto sia qualitativo che sui costi e spingendo ad una concorrenza piena che è alla base della normativa comunitaria sull’affidamento dei servizi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sentenza: la redazione dei piani urbanistici non spetta alle università

LeccePrima è in caricamento