Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Gara per la Ss 275, dal Tar Lecce un punto per l'Ati Matarrese-Coedisal

Accolto il ricorso presentato contro l'esclusione del raggruppamento a causa di una vicenda di polizze assicurative false

LECCE – Il Tar di Lecce ha stabilito che il provvedimento di Anas che esclude il raggruppamento formato da Matarrese e Coedisal dalla gara per i lavori della Ss 275 è illegittimo.

Si tratta di uno dei due atti che hanno sancito l’azzeramento della procedura faticosamente seguito per il rifacimento della strada: l’altro verte sull’annullamento dell’esito di quella gara – prima aggiudicata alla Ccc – e poi, in base a un pronunciamento del Consiglio di Stato, al raggruppamento interessato dalla sentenza pubblicata questa mattina e poi estromesso in relazione a una vicenda di polizze assicurative false.

I giudici della sede leccese hanno stabilito che in quella storia l’Ati Matarrese-Coedisal è parte lesa, accogliendo le argomentazioni dell’avvocato Pietro Quinto già esposte dopo la diffusione di stralci delle conclusioni dell’Autorità Anticorruzione riguardo all’intero appalto: solo dopo la comunicazione ufficiale dell’ente di vigilanza sulle società assicurative è stato possibile rendersi conto che le società londinesi responsabili dell’emissione delle due polizze non erano più abilitate.

Inoltre, la buona fede del raggruppamento è provata anche dalla circostanza, dicono i giudici, che al broker di Bari che si era occupato delle polizze non è stata mossa alcuna contestazione in sede penale.

La sentenza del TarLecce conclude: “Tutti gli accadimenti sin qui esposti mostrano pertanto che, se truffa vi è stata, la ricorrente deve ritenersi parte lesa. Alla stessa stregua – continua la sentenza – deve escludersi una qualsivoglia colpa in vigilando dell’Ati, avendo la ricorrente riposto un ragionevole affidamento nelle certificazioni ufficiali della cui attendibilità essa non aveva alcuna ragione di dubitare”.

Per l’avvocato Quinto il raggruppamento Matarrese Coedisal è oggi più che mai legittimato a contestare la revoca della gara decisa da Anas che, da parte sua, ha già avviato un nuovo iter partendo dal confronto con le amministrazioni comunali interessate dal progetto. Non solo: poiché già il Consiglio di Stato aveva riconosciuto le “macroscopiche illegittimità” della gara che aveva visto il raggruppamento al quarto posto, si agirà anche per il risarcimento dei danni subiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gara per la Ss 275, dal Tar Lecce un punto per l'Ati Matarrese-Coedisal

LeccePrima è in caricamento