Senza cintura "chiede" di elevare un verbale diverso e insulta i carabinieri

Un 52enne di Sogliano nei guai. Oltre al verbale, denunce per istigazione a commettere reati e oltraggio a pubblico ufficiale

CASTRIGNANO DE' GRECI – Avrebbe cercato di convincere i carabinieri a elevare un verbale diverso, rispetto all’onerosa contestazione per non aver indossato le cinture di sicurezza (soprattutto perché comporta la decurtazione di punti), e già qui sono nati i primi problemi seri. Davanti al netto rifiuto, sarebbero iniziati anche gli insulti e così ai verbali si sono aggiunte le denunce.

L.D.P., un uomo di 52 anni di Sogliano Cavour, deve rispondere delle accuse di istigazione a commettere reati e oltraggio a pubblico ufficiale. Fermato dai carabinieri dell’aliquota radiomobile del Norm della compagnia di Maglie a un posto di controllo nella zona di Castrignano de' Greci, i militari gli hanno contestato il fatto di non indossare le cintura di sicurezza. Un obbligo che ha compiuto proprio nell’aprile di quest’anno i trent’anni (il decreto fu pubblicato l’11 aprile del 1988 sulla Gazzetta ufficiale) e che tuttavia, ancora oggi, in troppi non assolvono.

Davanti a quella contestazione, però, sembra che il 52enne abbia chiesto di chiudere un occhio, vedendosi ovviamente rifiutata la pretesa, per dare così in escandescenza con frasi offensive e complicare persino di più la propria posizione. Avrebbe pereferito - come se si potesse scegliere - un articolo qualunque, che non comportasse la decurtazione dei punti. E, fra l'altro, davnti al secco "no", avrebbe proferiito parole come "fanno bene ad ammazzarvi tutti che è quello che vi meritate".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chi non indossa le cinture, secondo l’articolo 172 del Codice della strada, è soggetto a una multa da 80 fino a 323 euro, con decurtazione di 5 punti dalla patente. Ma per l’incauto automobilista, verbale e punti sottratti sono diventati nel giro di pochi istanti un problema secondario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento