Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Copertino

Sequestrata la "montagna di vetro": 16 metri di rifiuti

A Copertino segnalati alla Procura due responsabili di una ditta che si occupa di stoccaggio di rifiuti. In eccesso quelli contenuti in un'area di 10mila quadrati. Con rischi per la salute pubblica

coper

COPERTINO - La montagna di vetro si staglia alla periferia di Copertino. Sono circa 16 metri, una collinetta vera e propria, per un peso che si aggira sulle 50mila tonnellate. Troppi, davvero troppi per passare inosservati, quei rifiuti vetrosi, usando un tecnicismo, vale a dire residui di ogni sorta di bottiglia, bicchiere, oggetto in cristallo gettato via nel tempo dai cittadini. E così è scattata la denuncia a piede libero da parte dei carabinieri del nucleo operativo ecologico nei confronti del legale rappresentante e del procuratore speciale di un'azienda che si occupa di raccolta e trattamento dei rifiuti, che sorge nella zona industriale del grosso comune salentino.

I militari, coordinati dal capitano Nicola Candido, hanno sequestrato l'intera area dove sono depositati i rifiuti, un appezzamento di ben 10mila metri quadrati, dopo una verifica sul campo. Il materiale proviene dalla normale raccolta differenziata, ma sembra che abbia superato, e non poco, la quantità ammessa per legge, senza, peraltro, che il sito che li ospita abbia ricevuto - secondo sempre quanto rilevato dal Noe - interventi per moderare i rumori, oltre alle emissioni in atmosfera. I responsabili, come si diceva, sono dunque stati segnalati alla procura della Repubblica di Lecce. Rispondono di stoccaggio di rifiuti speciali non pericolosi e dell'inosservanza alle prescrizioni delle autorizzazioni rilasciate dalla Provincia di Lecce. L'eccessiva quantità di materiale rappresenterebbe, infatti, un rischio sotto il profilo della sicurezza e della salute pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata la "montagna di vetro": 16 metri di rifiuti

LeccePrima è in caricamento