Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Sequestrato deposito abusivo realizzato a ridosso dell'area marina protetta

E' stato scovato dai militari della guardia costiera nella zona di Sant'Isidoro. Era in mattoni e con una copertura in eternit

SANT’ISIDORO – Era stato realizzato con blocchi di tufo e una copertura in eternit (già, il pericoloso e ormai bandito eternit), peraltro si un suolo che ricade nel perimetro dell’Area marina protetta di Porto Cesareo.

Un manufatto è stato sequestrato questa mattina odierna nel corso di alcuni controlli di polizia marittima dei militari della guardia costiera di Gallipoli, nella zona di Sant’Isidoro, marina di Nardò. Il manufatto, di circa 10 metri quadri, si trovava su un’area demaniale marittima, privo di qualsiasi titolo autorizzativo.

Una preliminare ricognizione ha fatto ipotizzare che si tratti di un deposito di attrezzi e materiale vario. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, i militari hanno posto l’immobile sotto sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrato deposito abusivo realizzato a ridosso dell'area marina protetta

LeccePrima è in caricamento