Sequestri di sdraio e ombrelloni abusivi: la spiaggia torna libera

Sigilli della guardia costiera a Porto Cesareo, Lido Marini e Torre San Giovanni. Le attività senza autorizzazioni

Parte dell'attrezzatura sequestrata

PORTO CESAREO – Proseguono i controlli della capitaneria di porto per stanare i trasgressori. Nella giornata di ieri, durante l’attività di vigilanza demaniale, a Torre Castiglione di Porto Cesareo, i militari dell’Ufficio locale marittimo e la polizia locale hanno provveduto al sequestro diverse attrezzature balneari.

Si tratta di due ombrelloni, tredici sdraio, tre porta ombrelloni: la misura ha consentito di restituire una porzione di 30 metri quadrati di spiaggia al pubblico.
I militari hanno accertato come le attrezzature fossero riconducibili ad un cittadino che, di fatto, aveva iniziato un’attività di noleggio di attrezzature balneari, segnalata da un cartello pubblicitario, ma senza alcuna autorizzazione.IMG_7168-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stessi abusi sono stati riscontrati dai militari dell’Ufficio locale marittimo di Ugento fra Lido Marini e Torre San Giovanni, dove è stato effettuato il sequestro di 12 ombrelloni e 13 fra lettini e sedie.
I comportamenti, più volte segnalati nel corso della stagione estiva in atto, determinano un uso improprio della spiaggia libera, in quanto la si sottrae al pubblico utilizzo. Salgono a 24 le aree demaniali sgomberate dall’inizio dell’operazione “Mare sicuro” che ha preso il via il 17 giugno e terminerà il prossimo 17 settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento