rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Cronaca Copertino

Sequestro di 12 chili di cocaina, uno degli arrestati: “Ho fatto da corriere per soldi”

Dopo il confronto col giudice, il 30enne di Copertino, arrestato quattro giorni fa, ha chiesto e ottenuto un alleggerimento della misura: dal carcere ai domiciliari col braccialetto

COPERTINO - Ha chiesto scusa, ammettendo di aver fatto da “corriere” della droga per soldi, ma non ha aggiunto altro durante l’interrogatorio di garanzia, Giulio Biscozzi, il 30enne di Copertino coinvolto nell’operazione degli agenti di polizia del commissariato di Nardò, all’esito della quale, il 28 marzo scorso, furono rinvenuti 12 chilogrammi di cocaina e fu arrestato (in flagranza) il complice, Marcello Tulipano, di 57 anni. 

Dopo un rocambolesco inseguimento in auto, Biscozzi riuscì a fuggire a piedi, abbandonando un borsone con sette panetti di cocaina, ma alla fine fu rintracciato e accompagnato in carcere, su ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Sergio Tosi. 

In seguito al confronto col giudice, l’uomo, che prima d’ora non aveva mai avuto guai con la giustizia, ha chiesto e ottenuto, attraverso l’avvocato difensore Alessandro Stomeo, un’attenuazione della misura cautelare: dal carcere è passato ai domiciliari, col braccialetto elettronico.

Quanto a Tulipano, invece, preferì avvalersi della facoltà di non rispondere durante l’interrogatorio e per lui, fu convalidata la detenzione carceraria. E’ difeso dall’avvocato Daniele Scala.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro di 12 chili di cocaina, uno degli arrestati: “Ho fatto da corriere per soldi”

LeccePrima è in caricamento