Spiagge occupate abusivamente: maxi sequestro sullo Ionio, 3 denunce

Centinaia di attrezzature, tra ombrelloni, sdraio e boe galleggianti, sono state sequestrate dai militari della guardia costiera. I controlli in due lidi di Torre San Giovanni e in uno di Felloniche, la marina di Patù

I militari al lavoro sullo Ionio.

TORRE SAN GIOVANNI (Ugento) – Proseguono i controlli e i sequestri sulle spiagge del Salento contro l’occupazione abusiva delle aree demaniali: denunciati tre gestori di lidi sullo Ionio. Sigilli a oltre 500 attrezzature all’interno di quattro stabilimenti balneari, installate senza autorizzazione sulla spiaggia libera di Torre San Giovanni, la marina di Ugento. Il sequestro in giornata, da parte della guardia costiera, su quattro porzioni di litorale ionico: sono risultate occupate senza alcuna concessione. Alle prime luci del giorno, gli uomini della guardia costiera di Gallipoli hanno accertato che il proprietario di uno stabilimento aveva raddoppiato l’area demaniale concessagli, con un ampliamento di mille e 880 metri quadri di spiaggia libera aggiunti ai mille e 600 già in uso.

Ben 132 ombrelloni, 302 lettini e 52 sedie sono stati posti sotto sequestro e il titolare del lido denunciato all’autorità giudiziaria. La porzione di spiaggia è stata subito liberata e lasciata a disposizione dei bagnanti. Poco distante, nella stessa marina ionica, i militari hanno anche scoperto uno specchio d’acqua, occupato abusivamente con dieci boe di colore giallo all’interno della fascia marina riservata alla balneazione. Senza alcuna concessione, il titolare aveva creato un corridoio di ingresso per i propri clienti: l’uomo è stato poi deferito e la guardia costiera ha sgomberato l’area.tsugento 1-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma non è tutto. Un’ispezione simile è scattata anche a Felloniche, nel territorio di Patù, dove il personale dell’Ufficio locale marittimo di Santa Maria di Leuca ha scoperto un noleggiatore di attrezzature si era impossessato di una parte di spiaggia, occupandola con 11 ombrelloni e quattro sdraio. Anche in questo caso, al termine del controllo, disposti la denuncia a piede libero per il trasgressore e il sequestro dell’attrezzatura. Complessivamente, sono 143 gli ombrelloni sequestrati, 302 i lettini, liberati oltre 1950 metri quadrati di spiaggia e duemila di specchi d’acqua. Il comandante della capitaneria di porto di Gallipoli, capitano di vascello Enrico Macrì, ha garantito che i controlli proseguiranno anche nel corso dell’estate, per garantire il rispetto delle norme sulla gestione delle aree demaniali marittime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento