menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di archivio

Foto di archivio

Autodemolizione senza permessi, inquinamento e riciclaggio: nei guai due fratelli

I titolari di un’area di oltre duemila metri quadrati a Matino sono stati denunciati dalla polizia stradale. Oltre ad aver adibito un’attività illegale, sono stati trovati in possesso di mezzi col telaio e motore con matricola abrasa, e materiale ferroso abbandonato sul terreno

MATINO – Un’area di circa duemila e 500 metri quadrati finisce sotto sequestro a Matino, per un valore di oltre 200mila euro. La struttura era adibita ad attività di autodemolizione, ma in totale assenza di autorizzazione. Gli agenti di polizia stradale, nell’ambito di alcuni controlli ad attività commerciali, hanno proceduto ad apporre i sigilli nella giornata di mercoledì.

Sulla superficie sono presenti dei fabbricati, adibiti a officina meccanica, magazzino ricambi e ufficio, poi risultati privi di coibentazione. Inoltre sono stati rinvenuti, abbandonati su terreno sterrato senza alcun tipo di precauzione, ingenti quantitativi di materiale ferroso.

Nel corso dell’ispezione sono poi spuntati anche diversi propulsori di autovetture con matricole abrase e un motociclo con numero di telaio e motore anch’essi abrasi. I titolari dell’attività, due fratelli del posto, sono stati deferiti per riciclaggio, esercizio abusivo di autodemolizione e inquinamento ambientale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    La questura informa: proroga permessi di soggiorno

  • Cucina

    Trìa, pasùli e mùgnuli: la ricetta della signora Laura

  • Fitness

    Rassodare il seno, ecco gli esercizi da fare

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento