Maxi sequestro nella ditta che produce shopper: ritirate 290mila buste per la spesa

I sigilli a Guagnano, da parte dei carabinieri forestali del Nipaf. Il proprietario potrebbe incappare in una multa fino a 100mila euro

I carabinieri appongono i sigilli.

GUAGNANO – Maxi sequestro, nelle ultime ore, all’interno di un’azienda di Guagnano: ritirate 290mila buste per la spesa. I carabinieri del Nipaf, il Nucleo di polizia ambientale e forestale del comando provinciale leccese, hanno infatti eseguito un controllo all’interno di una ditta specializzata nella produzione di materiale plastico e shopper.

 L’impresa, peraltro tenuta sotto controllo nel corso del tempo, avrebbe realizzato un’ingente quantità di sacchetti per la spesa ritenuti non conformi. Invece di produrre buste monouso biodegradabili, oltre che compostabili come previsto dall’attuale direttiva comunitaria, sarebbero stati invece sfornati mille e 375 chili di sacchi non omologati.

Vista la notevole quantità della merce sottoposta a sequestro amministrativo, la sanzione nei confronti del titolare dell’azienda potrebbe sfiorare cifre da capogiro, persino i 100mila euro. Sarà la Provincia di Lecce, in qualità di organo competente, a valutare la somma della multa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Riti di affiliazione mafiosa e mire del clan su concerti e bische. "La Scu è ancora viva"

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Covid-19, chi rientra dalle zone colpite deve comunicarlo ai sanitari

Torna su
LeccePrima è in caricamento