Cronaca Casarano

Conti correnti, sede dell'azienda e abitazione: sequestro conservativo per truffa

Dopo i sigilli apposti a dicembre dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza, il provvedimento della Corte dei Conti

LECCE – Dal sequestro preventivo a quello conservativo. Dopo l’intervento condotto a Casarano all’inizio di dicembre dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Lecce su disposizione del giudice per le indagini preliminari, Carlo Cazzella, arriva quello della sezione giurisdizionale della Corte dei Conti per la Puglia, su richiesta della procura della stessa magistratura contabile.

Il provvedimento riguarda l’immobile sede della ditta “Sparkle srl” che produce radiofarmaci, l’abitazione del suo amministratore e i saldi contabili presenti su sette conti bancari a quello riconducibili, per un equivalente di 3 milioni e 600mila euro.

L’inchiesta sviluppata dalle fiamme gialle su input della procura della Repubblica di Lecce portò alla denuncia di quattro tra soci e manager dell’azienda, la cui casa madre è nelle Marche, e di un dirigente comunale per i reati di truffa aggravata finalizzata al conseguimento di erogazioni pubbliche, falso ideologico, abuso d’ufficio commessi nell’ambito di un progetto integrato territoriale, il Pit 9, per la produzione di un medicinale destinato a essere utilizzato come liquido di contrasto per esami radiologici di sospette malattie tumorali.

La procura della Corte dei Conti ha rilevato un illecito arricchimento causato dal comportamento doloso dell’amministratore della società e un danno erariale certo, effettivo ed attuale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conti correnti, sede dell'azienda e abitazione: sequestro conservativo per truffa

LeccePrima è in caricamento