Un chilo e mezzo di corallo rosso sul gommone: sequestrato e donato all'Università

La polizia nautica ha fermato due pescatori nelle acque di Torre Pali, la marina di Salve. A bordo, il delicato Corallium rubrum

Foto di repertorio

 TORRE PALI (Salve)- Sequestrato e poi donato all’Università del Salento un chilogrammo di corallo rosso. La sezione nautica della polizia ha infatti fermato un gommone di sei metri per un controllo, nelle acque di Torre Pali, la marina di Salve. A bordo dell’imbarcazione, oltre a due persone di rientro da una battuta di pesca, anche il corallo rosso e degli attrezzi non consentiti come bombole con erogatore e martello.

È stato effettuato il sequestro amministrativo e al proprietario del gommone è stata contestata la sanzione amministrativa prevista per la pesca del corallo, che è vietata dalla legge.  Il medico veterinario dell’Asl ha poi accertato che il corallo oggetto della cattura appartiene alla specie Corallium rubrum, comunemente detto corallo rosso.

Dietro richiesta di  acquisizione del corallo inoltrata dall’Università del Salento -Dipartimento di Scienze e tecnologie biologiche  ed ambientali- ieri mattina è stato consegnato  un chilo e 476 grammi di corallo che ne ha previsto l’esposizione permanente presso il Museo di Biologia marina di Porto Cesareo per progetti di sensibilizzazione ed educazione ambientale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

  • Dopo il tamponamento continua la marcia verso casa senza una ruota

Torna su
LeccePrima è in caricamento