menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Parte dei rifiuti sul terreno.

Parte dei rifiuti sul terreno.

Discarica abusiva, maxi sequestro: rifiuti pericolosi sul terreno non impermeabilizzato

I sigilli preventivi sono scattati su un'area di 4mila e 500 metri quadrati a Conca Specchiulla, sul litorale di Otranto. Il Comune avvierà la bonifica

CONCA SPECCHIULLA - Maxi sequestro di una discarica abusiva: sigilli preventivi a un’area comunale di 4mila e 500 metri quadrati. La scorsa settimana, i militari del Nucleo operativo di protezione ambientale dell’Ufficio circondariale marittimo di Otranto hanno provveduto a sequestrare un terreno nei pressi di Conca Specchiulla, sul litorale della Città dei Martiri.

Durante il controllo, i militari hanno scoperto una vera e propria discarica illecita, fatta di rifiuti pericolosi e non. All’interno, hanno infatti rinvenuto scarti edili, guaine di impermeabilizzazione, asfalti, inerti e residui cementizi. E non è tutto. Vi erano sul posto anche dei rifiuti ingombranti di natura domestica come materassi, frigoriferi, televisori, strutture in ferro: con molta probabilità abbandonati da diverso tempo in spregio alle norme poste a tutela dell’ambiente.

I rifiuti sono stati trovati in parte coperti da teli, in parte imbustati e privi della classificazione obbligatoria.  Inoltre, gli scarti sono lasciati esposti alle intemperie e abbandonati senza alcuna forma di isolamento rispetto al terreno. Aspetto che provoca gravi ripercussioni sull'ecosistema e sulla falda. I militari idruntini, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Lecce, hanno quindi provveduto al sequestro preventivo dell’area, ricadente su suolo comunale e sul quale seguiranno anche ulteriori accertamenti, per appurare le relative responsabilità. E’ stato avviato, con il Comune di Otranto, il previsto iter finalizzato alla immediata bonifica dell’area.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento