Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca San Donato di Lecce

Scarti di lavorazione in discarica, ma era “abusivo” anche il meccanico: due denunce

I carabinieri hanno apposto i sigilli a un’area di San Donato di Lecce, e deferito il proprietario. Finisce nei guai anche l’artigiano che praticava l’attività senza autorizzazione

SAN DONATO DI LECCE  - Una vasca interrata, di circa 60 metri quadrati, contenente una discarica abusiva con rifiuti anche pericolosi. E’ l’ultimo sequestro eseguito dai carabinieri del Nucleo operativo ed ecologico di Lecce, assieme ai colleghi della stazione di San Cesario di Lecce. I militari, infatti, hanno sottoposto ad alcuni controlli disposti dalla Procura della Repubblica un meccanico della zona.

All’interno dell’area, scarti di ogni tipo: da soluzioni acquose ed oleose prodotte dalle operazioni di lavaggio, pulizia e sgrassaggio dei pezzi meccanici, fino ai rifiuti in ferro, legno e plastica. I rifiuti erano stati parzialmente tombati, ma non sono sfuggiti agli investigatori d20160224_103047-2ell’Arma. I sigilli, inoltre, sono scattati anche nei confronti di un deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi costituiti da bombole di gas, “carcasse” di frigoriferi privi delle componenti elettriche e un altro contenitore pieno di scarti non ben identificabili perché ormai bruciati in parte.

Al termine del controllo, il proprietario dell’area, e l’artigiano  - che peraltro svolgeva l’attività di meccanico in maniera altrettanto abusiva- sono stati denunciati in stato di libertà per aver realizzato una discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi e non. Del provvedimento, inoltre, sono stati anche informati gli uffici comunali, per le successive misure di competenza e per la bonifica dei luoghi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarti di lavorazione in discarica, ma era “abusivo” anche il meccanico: due denunce

LeccePrima è in caricamento