menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'immagine della discarica sequestrata.

L'immagine della discarica sequestrata.

Rifiuti tossici nascosti nel suolo: sequestrata area di quasi 3mila metri

Sigilli a una vasta zona in località “Mazzucchi”, alla periferia di Tuglie. I carabinieri hanno eseguito un’ispezione dopo la segnalazione del sindaco

TUGLIE - Maxi sequestro di un’area comunale, alla periferia di Tuglie, nelle ultime ore. I carabinieri della stazione di Sannicola, assieme ai colleghi del Nucleo operativo ed ecologico di Lecce, hanno infatti apposto i sigilli a un’area di circa 2mila e 700 metri quadrati.  Sul suolo ispezionato erano stati abbandonati merci ritenute nocive per la salute dell'uomo e tossiche per l'ecosistema e che la pioggia delle ultime ore ha smascherato, riportandole alla luce.

La misura è scattata a seguito della denuncia presentata dal sindaco del Comune di Tuglie, Massimo Stamerra: i militari hanno poi posto sotto sequestro un’intera zona, in località “Mazzucchi”, sede di una discarica abusiva. Sul posto, durante il sopralluogo degli uomini dell’Arma, sono stati infatti rinvenuti scarti di ogni tipo.DISCARICA 1-2-5

Vi erano rifiuti speciali e pericolosi, tra i quali residui di lavorazione edile, imballaggi in plastica e persino contenitori in metallo per vernici e pitture. Bidoni occultati nel terreno, a stretto contatto con suolo e falde. Ora sono in corso delle indagini per risalire agli effettivi responsabili.

Sul caso è intervenuto anche il Cristian Casili. “Mi impegnerò immediatamente per fare chiarezza sul ritrovamento dell’ennesima discarica, rivolgendomi agli organi competenti”, commenta il capogruppo regionale del M5s. “In più, ai fini della tutela della salute pubblica, chiederò ad Arpa di far analizzare i terreni, in modo da verificare il livello di contaminazione da sostanze inquinanti. Necessario che venga coinvolta anche l'Asl”.

“La Provincia, tramite l'ufficio ambiente, si attivi urgentemente per avviare il procedimento di caratterizzazione del sito. Deve esserci massima attenzione, anche perché, a quanto pare, in quel sito era previsto un progetto per la realizzazione di un parco per bambini. Mi attiverò inoltre, nei prossimi giorni - conclude -, per capire perché non stono stati fatti i relativi approfondimenti tecnici da parte dell’amministrazione locale prima di ripensare urbanisticamente quell’area”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento