Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Irregolarità, sigilli a impianto fotovoltaico da 1,6 milioni di euro

Una serie di difformità rispetto al progetto autorizzato hanno indotto i carabinieri di Martano ad apporre i sigilli ad un campo di oltre 15mila metri quadrati. Quattro le persone denunciate a piede libero

L'impianto sotto sequestro.

CASTRIGNANO DE' GRECI - Alcune difformità rispetto al progetto autorizzato hanno portato i carabinieri della stazione di Martano al sequestro di un impianto fotovoltaico, nella campagne di Castrignano de' Greci, del valore di un milione e 600mila euro ed esteso su una superficie di oltre 15mila metri quadrati.

Non sono state affatto semplici le indagini condotte dai militari dell'Arma e che hanno portato alla denuncia, a piede libero, di quattro persone: T.B., amministratore unico di Solar solution Puglia s.r.l.; S.L., direttore dei lavori; G.C., amministratore unico dell'impresa esecutrice dei lavori Energy s.e.i.; C.V. amministratore unico dell'impresa esecutrice Vi & Vi s.r.l.

Dalle verifiche condotte dai carabinieri sull'impianto - chiamato "Arcona" dal nome della località in cui è stat realizzato -, sono emerse irregolarità rispetto ai locali tecnici, con ubicazione e sagoma diverse da quelle risultanti nelle previsioni così come sono state riscontrate la variazione tecnica e planimetrica dei moduli fotovoltaici, una tecnica di ancoraggio al suolo delle strutture differente da quella prospettata e la collocazione del varco d'accesso all'impianto in un punto diverso e con dimensioni difformi dalle originali. 

Ultim'ora: il campo è stato dissequestrato questa mattina, su input del pubblico ministero Antonio Negro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irregolarità, sigilli a impianto fotovoltaico da 1,6 milioni di euro

LeccePrima è in caricamento