Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Mitili conservati direttamente in mare. Scattano sequestro e una denuncia

I militari della capitaneria di porto di Gallipoli hanno rinvenuto oltre 130 chilogrammi di molluschi in una pescheria di Torre Lapillo. Il titolare dell'esercizio è stato deferito per cattivo stato di conservazione di prodotti ittici. La merce è stata rigettata in acqua

Un militare della capitaneria di porto

TORRE LAPILLO (Porto Cesareo) – Diversi colli di cozze nere, conservate direttamente nell’acqua di mare, in difformità a quanto prescritto dalle più comuni e semplici norme sanitarie, sono stati rinvenuti dai militari della capitaneria di porto di Gallipoli, durante alcuni controlli sulla filiera della pesca. Nel corso della mattinata, i militari della guardia costiera si sono recati nella pescheria “Cesari” di Torre Lapillo, procedendo con il sequestro di 130 chilogrammi di mitili.

Il titolare dell’esercizio commerciale, è stato deferito all’autorità giudiziaria e dovrà rispondere del reato di cattivo stato di conservazione di prodotti ittici destinati al consumo umano. Il prodotto sequestrato è stato distrutto e successivamente rigettato in mare, su disposizione della Procura della Repubblica di Lecce.

I molluschi bivalvi, per poter essere venduti, hanno l’obbligo di essere sottoposti ad un processo di depurazione per un certo numero di ore presso i centri di stabulazione autorizzati  e conformi alle normative di settore della Comunità europea. Rimane sempre attivo, il numero gratuito 1530, per tutte le segnalazioni e le emergenze in mare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mitili conservati direttamente in mare. Scattano sequestro e una denuncia

LeccePrima è in caricamento